Bahrain, Bottas in pole davanti a Hamilton. Terza la Ferrari di Vettel

Nel caldo torrido di Sakhir è un uomo che viene dal freddo a conquistare la pole position: il finlandese Valtteri Bottas su Mercedes

Nel caldo torrido di Sakhir è un uomo che viene dal freddo a conquistare la pole position: il finlandese Valtteri Bottas su Mercedes, infatti, partirà davanti a tutti nel Gran Premio del Bahrain, terzo appuntamento del Mondiale di Formula Uno, che prenderà il via domani alle 17 ora italiana. Bottas ha fermato il cronometro sull'1.28.769 (record della pista) beffando proprio all'ultimo giro utile il compagno di squadra Lewis Hamilton di appena 23 millesimi. Per l'ex pilota della Williams è la prima pole position in carriera, arrivata già alla terza gara sulle Frecce d'Argento.

BOTTAS STOPPA LE CRITICHE

"Sono molto contento. Ci sono volute un po' di gare ma alla fine ce l'ho fatta. Spero sia la prima di una lunga serie", ha dichiarato soddisfatto il pilota scandinavo che ha risposto così alle critiche di questo inizio di stagione e all'inevitabile confronto con il campione del Mondo Nico Rosberg. Bottas ha ricevuto anche i complimenti del compagno di squadra Hamilton, che in ottica Mondiale può comunque ritenersi soddisfatto del secondo posto. "Complimenti a Valtteri che sta lavorando sodo e si sta integrando benissimo nel team. E' stavo veloce, ha fatto un lavoro migliore del mio, tanto di cappello", ha detto il pilota britannico.

LA FERRARI INSEGUE

Terza piazza per la Ferrari di Sebastian Vettel, staccata di +0.478. Quinto Kimi Raikkonen a +0.798. Tra i due ferraristi si inserisce Daniel Ricciardo, quarto con la Red Bull a +0.776. Una posizione di classifica che non soddisfa certo la scuderia di Maranello, che dopo le indicazioni delle libere si aspettava quanto meno una prima fila anche per dare continuità a quanto visto in Australia e Cina. E invece la Mercedes ha subito rimesso le cose in chiaro, confermando che in casa Ferrari è proprio sul giro veloce che bisogna lavorare. In ottica gara, comunque, sia Vettel che Raikkonen hanno tutte le carte in regola per essere protagonisti. "Ero molto contento delle sensazioni in macchina, ma quando ho tagliato il traguardo ho visto che entrambe le Mercedes erano davanti sono rimasto deluso. Quattro decimi erano molto più di quello che pensassi. Speriamo di fare meglio domani", ha dichiarato il tedesco. "Dobbiamo esaminare tutto e vedere, ma sono ben lontano da dove vorrei essere", ha aggiunto Raikkonen.

MCLAREN A PICCO

Sesto posto per l'altra Red Bull di Max Verstappen (+0.918). Bene anche le Renault, con la settima posizione di Hulkenberg e la decima di Palmer. Completano la top 10 Felipe Massa, ottavo con la Williams, e Romain Grosjan, nono con la Haas. Undicesimo tempo per il russo Kvyat su Toro Ropsso davanti alla Williams di Stroll e alla Sauber di Wehrlein. Male le due McLaren, con Alonso solo quindicesimo (preceduto anche da Ocon su Force India) e penalizzato da problemi al motore. Diciassettesimo il debuttante Vandoorne preceduto anche dall'altra Toro Rosso di Sainz. Chiudono la griglia Perez su Force India, Ericsson su Sauber e Magnussen sulla Haas.