Il Barcellona con il vizio dell'aiutino fa trenta

Nella nuova Champions ha giocato una volta su sette in superiorità numerica

Il tonfo del Real Madrid in Germania è la sorpresa dell'andata dei quarti di finale di Champions League. Una sconfitta meritata quella della squadra di Zidane in casa del Wolfsburg. Dall'estasi della vittoria nel Clasico al Camp Nou all'incubo tedesco. Tutto in quattro giorni per il Real. Bastano 25' per finire sull'orlo del baratro: i gol di Ricardo Rodríguez, su rigore, e Arnold sono la conseguenza del dominio della squadra di Hecking. Il Real Madrid fatica in maniera clamorosa e nella ripresa i tedeschi sfiorano il tris in contropiede. Pensando alla Roma, quanti rimpianti. Al Bernabeu martedì prossimo sarà un'altra storia, ma quello che sulla carta era il quarto già scritto, a favore di Zidane, ora è tutto da giocare.

Come e forse di più del derby tra gli sceicchi che finisce alla pari. Succede di tutto a Parigi tra Psg e Manchester City. Si parte a duecento all'ora e ai padroni di casa manca un rigore più espulsione con Mangala che atterra Matuidi solo davanti ad Hart. Dall'altra parte gli inglesi passano con De Bruyne. Poi inizia la serata a due facce di Ibrahimovic: prima si fa parare un rigore, accusa il colpo e sbaglia almeno un altro paio di occasioni, una addirittura clamorosa. Ma quando già si torna a parlare di maledizione Champions per lo svedese ecco il gol più incredibile: va a fare pressing su Fernando che avvia l'azione e firma il pari con una carambola a porta vuota. Il Psg riprende coraggio e nella ripresa passa con Rabiot. La squadra di Blanc rischia di dilagare, ma viene beffata da Fernandinho complice un pasticcio tra Aurier e Thiago Silva. Il 2-2 finale dà solo un piccolo vantaggio al City.

Delle partite del martedì l'unico strascico è quello del Barcellona per Marca «la squadra che ha giocato più volte in Champions contro avversari in 10». L'espulsione di Torres con l'Atletico Madrid è l'ultimo capitolo. Da quando esiste la nuova formula della Champions, il Barça ha giocato 30 gare su 215 in superiorità numerica.

Quarti di finale così l'andata: Bayern-Benfica 1-0; Barcellona-Atletico Madrid 2-1; Wolfsburg-Real Madrid 2-0; Psg-Manchester City 2-2. Il 12 e il 13 aprile il ritorno.