Per salvare il Bari scende in campo anche Lotito

La proposta del presidente della Lazio e copatron della Salernitana per far rinascere il calcio in Puglia. Domani scadranno i termini per il bando, giovedì la decisione

Non c’è due senza tre. Evidentemente, il proverbio vale anche per Claudio Lotito che, da presidente della Lazio e copatron della Salernitana, adesso proverà a far rinascere il calcio a Bari.

Le indiscrezioni che nel corso dello scorso fine settimana si sono affastellate sull’asse tra Roma e la Puglia sono state confermate dallo stesso Lotito che ha annunciato, come riporta Il Corriere dello Sport, di essersi messo a disposizione della città, dichiarandosi pronto alla fondazione di una nuova società sportiva che raccolga la tradizione calcistica dei galletti biancorossi, spezzatasi con il fallimento di qualche settimana fa.

Per Lotito si tratterebbe, nel caso in cui la trattativa andasse in porto e fosse la sua proposta a risultare la migliore tra quelle finora pervenute al sindaco di Bari, Antonio Decaro, di una nuova “risalita” dalla D fino al professionismo, dopo l’esperienza in Campania quando, insieme al cognato Marco Mezzaroma, guidò il Salerno Calcio prima e la Salernitana poi fino in serie B.

Intanto, il bando aperto dal Comune scadrà alle ore dodici della mattinata di domani. Dopo la chiusura, bisognerà attendere fino a giovedì prossimo, due agosto, per capire quale sarà il destino del calcio a Bari e quale sarà la proposta che verrà ritenuta maggiormente valida dal sindaco e dalla commissione che allo spirare dei termini inizierà a vagliare i contenuti delle “buste” presentate alla città.

Commenti
Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 30/07/2018 - 15:43

come è umano lei! io ho una mia idea di che sta dietro lotito!