Bayern specialista in goleade: spazzati via il Porto e la paura

Cinque gol in un tempo e i tedeschi passano il turno. Avanti anche il Barcellona

Il Bayern impiega 22 minuti per ribaltare il risultato dell'andata e 40 per affondare il Porto, battuto per 6-1. Calcio spettacolo dei bavaresi all'Allianz Arena con cinque gol nel solo primo tempo (è la quinta volta che accade nella storia della Champions e tre sono state merito dei tedeschi) e la squadra di Guardiola conquista la quarta semifinale di fila nella Coppa più prestigiosa. Dopo il palo di Lewandowski dopo 10 minuti, inizia la goleada firmata da Thiago Alcantara, Boateng e lo stesso Lewandoski di testa (non impeccabile la difesa lusitana e il portiere Fabiano), con quest'ultimo che sigla la sua personale doppietta non prima della rete di Müller - tiro sporcato da Martins Indi -. Jackson Martinez a metà ripresa segna l'unico gol del Porto, sui titoli di coda Xabi Alonso sigla il sesto del Bayern. Sette erano state le reti realizzate a Roma e Shakhtar Donetsk in questa Champions. Il largo successo cancella le paure di un'eliminazione dopo l'1-3 dell'andata e le polemiche per il divorzio dallo storico medico dei bavaresi Müller-Wohlfahrt. La doppietta di Neymar fortifica la già quasi certa qualificazione del Barcellona, vittoriosa al Parco dei Principi per 3-1 all'andata. L'uno-due del brasiliano tra il 14' e il 34' spegne le scarse speranze di recupero dei francesi e manda in semifinale di Champions il Barça per la settima volta nelle ultime 8 edizioni. Stasera c'è anche il derby di Madrid Real-Atletico (0-0 all'andata).