Berardi trascina il Sassuolo: l'urna di Nyon regala la Stella Rossa

Il Sassuolo si è qualificato brillantemente ai playoff di Europa League e sarà testa di serie ai sorteggi che si svolgereanno oggi, alle 13, a Nyon

Il Sassuolo di Eusebio Di Francesco supera brillantemente l’esame Lucerna e si qualifica così ai playoff di Europa League. Dopo l’1-1 dell’andata, in cui i neroverdi avevano giocato un po’ con il freno a mano tirato, il ritorno è stato un monologo della squadra del patron Squinzi che, con una doppietta del suo gioiello Domenico Berardi e la rete di Gregoire Defrel, ha schiantato la squadra di Babbel. Di Francesco al termine del match è parso raggiante ed ha coccolato e lodato il suo fuoriclasse, Berardi: “Sono 4 anni che gli dico che è un grande giocatore. Gli ho chiesto di essere trascinatore, non di farsi trascinare".

Il Sassuolo è riuscito a trattenerlo per un’altra stagione respingendo gli assalti della Juventus, ma se ne riparlerà tra un anno, e dell’Inter tenuta alla distanza dal patron Squinzi visto il tacito accordo con il club bianconero. Berardi, a fine partita, avrebbe confessato di aver fatto la scelta giusta rimanendo al Sassuolo. Il suo processo di maturazione, probabilmente, non è ancora terminato e il giovane calabrese, classe 94, ha deciso, in accodo con la società, di aver bisogno di un’altra stagione in maglia neroverde per esprimere tutto il suo potenziale. Infine, chi non sta più nella pelle, è il patron Squinzi che ha dichiarato a Sky Sport: “Se mi aspettavo di arrivare in Europa? Certo, noi vogliamo andare in Champions League. Non abbiamo molta esperienza in Europa, ma ci credevo. Anche all'andata, a parità di gioco, siamo stati superiori. Berardi stasera ha risolto la gara: credo che si stia avviando verso un'annata straordinaria. Speravo nella sua permanenza. C'erano diverse richieste, ma lui è molto attaccato al nostro ambiente. In modo particolare a Di Francesco, che è suo padre calcisticamente parlando. Quest'anno farà molto bene".

Il sorteggio di Nyon, ha regalato un avversario non troppo morbido per la squadra di Di Francesco. Il Sassuolo dovrà affrontare i serbi della Stella Rossa di Belgrado, squadra sempre ostica, dal passato glorioso e appena eliminata dai preliminari di Champions League dagli ungheresi del Ludogorets. Andata in casa giovedì 18 agosto, ritorno in Serbia giovedì 25 agosto. I neroverdi proveranno a centrare la qualificazione al tabellone principale di Europa League unendosi così a Inter e Fiorentina già qualificate alla fase a gironi.