Ma Berlusconi promuove il Milan «E il futuro è con Bee. A San Siro»

C'è molto da salvare e qualcosa da cestinare del derby domenica notte dal Milan. A spiegarlo, in modo didascalico, non è stato il tifoso ottimista di turno ma Silvio Berlusconi

C'è molto da salvare e qualcosa da cestinare del derby domenica notte dal Milan. A spiegarlo, in modo didascalico, non è stato il tifoso ottimista di turno ma Silvio Berlusconi, il presidente, arrivato ieri sera in centro a Milano per partecipare al party per il compleanno di Licia Ronzulli, mediatrice nell'affare con mister Bee. Il primo pensiero è stato dedicato appunto alla sfida di domenica notte: «È stata una bella partita, ho ammirato un'Inter vigorosa e un buon Milan, sono rimasto soddisfatto della prova degli undici rossoneri, ho appena chiamato al telefono Mihajlovic per fargli i complimenti. Chapeau all'Inter che ha vinto ma forse la vittoria del Milan o il pareggio sarebbero stati i risultati più giusti». Un capitolo a parte ha meritato invece il debutto stagionale di Mario Balotelli, considerato dai critici la novità beneaugurante della stagione appena cominciata. «Il comportamento di Mario fin qui è stato ineccepibile, il tecnico ha garantito per lui, questa è la sua ultima occasione come gli ho confermato nel corso della nostra telefonata per cancellare il brutto ricordo lasciato in Inghilterra e recuperare una carriera da campione» il pensiero di Berlusconi che ha colto l'occasione per cementare la panchina di Sinisa Mihajlovic: «Abbiamo grande fiducia nel suo lavoro». Neppure i 3 punti incassati dopo tre partite o le 6 lunghezze di distacco dall'Inter hanno scoraggiato il presidente. «Il campionato è lunghissimo, c'è tutto il tempo per recuperare. L'obiettivo rimane quello di sempre: tornare protagonisti in Italia e in Europa» ha rilanciato deciso.

Silvio Berlusconi ha anche fatto il punto sull'incontro, avvenuto nel primo pomeriggio, con mister Bee Taechaubol nella sua residenza di Arcore. E qui le sue parole sono una conferma che ormai l'accordo è cosa fatta. «Mister Bee ha affrontato la trattativa con molta serietà, mi piace molto anche come persona, credo che diventerà un partner molto gradito col quale sarà possibile lavorare per operare sul mercato asiatico e far aumentare i ricavi del club di circa 100 milioni» il giudizio concluso da una previsione. «La firma è ormai solo una formalità e avverrà dopo il mio compleanno (ndr il 29 settembre)» l'annuncio. Spazio infine alla delicata e controversa questione stadio. La riflessione di Silvio Berlusconi è stata la seguente: «Negli ultimi tempi sono intervenute considerazioni negative relative all'area del Portello. Perciò penso che alla fine prevarrà l'affetto che personalmente ho sempre provato nei confronti di San Siro. Stadio che tra l'altro si sta abbellendo per ospitare la finale di Champions del 2016. San Siro è nato per il calcio, non riesco a gustare lo spettacolo altrove come invece mi capita a San Siro dove non c'è la pista tra il terreno di gioco e le tribune». Infine l'argomento del giorno: Balotelli può giocare con Bacca e Luiz Adriano? Al quesito Berlusconi ha risposto così: «È una questione di competenza dell'allenatore. Vedremo». Come dire che in alcune occasioni sarà possibile ammirare il nuovo trio d'attacco.

Commenti

giovauriem

Mar, 15/09/2015 - 09:46

caro silvio , non affidarti a mister bee e san siro , cambia in meglio . affidati a mister bean e san gennaro .

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 15/09/2015 - 12:20

Disastri su tutti i fronti, ma la colpa non è mai del kapo.