Berlusconi: "Questo Milan è già da scudetto"

Berlusconi a Milanello per la presentazione ufficiale della squadra. Sul futuro del club: "Non c’è la possibilità di far entrare soci nel Milan o cedere quote societarie"

Il Cavaliere è convinto come non mai della forza del Milan: "Io non escludo che ci possa essere la possibilità sul mercato di un ulteriore rafforzamento, ma siamo tutti convinti già così di poter vincere il campionato". Berlusconi lo ha detto in un’intervista a Milan Channel nel giorno del raduno della squadra di Allegri a Milanello. "A Robinho - ha aggiunto - ho manifestato la nostra soddisfazione se lui rimane al Milan, lui ha nostalgia per la sua città, per la sua famiglia, per i suoi amici e per il Santos che è la squadra nella quale ha iniziato. La partenza di Robinho è l’unica possibilità di vedere il Milan attivo per un nuovo innesto sul mercato. Se dovesse accadere la possibilità di un suo ritorno al Santos, sarebbe l’unica possibilità che ci vedrebbe rinunciare a lui".

No ai soci stranieri

"Non c’è la possibilità - dice Berlusconi - di far entrare soci nel Milan o cedere quote societarie, perché per me e la mia famiglia, milanesi da sempre, il Milan è un fatto di cuore e se dovessi vedere le mie società l’ultima sarebbe il Milan".

Balotelli, El Shaarawy e i nuovi arrivati

"El Shaarawy - commenta Berlusconi - ci ha colpito favorevolmente, per il fatto che ha dimostrato un grandissimo attaccamento al Milan e ha detto che non avrebbe voluto giocare in nessuna altra squadra al mondo che non fosse il Milan". "Balotelli? Quando da piccoli si vede una squadra per le prime volte e ci si affeziona, c’è un trasferimento di se stessi negli eroi di quella squadra sul campo. Nel calcio - ha sottolineato - è difficilissimo cambiare casacca sul piano del tifo, io sono nato così con questa passione, con mio padre vicino, sarebbe un sacrilegio tifare per un’altra squadra, Mario è nato milanista e ci fa piacere". Berlusconi, prima di lasciare Milanello, ha ribadito che "io sono sempre presente quando posso, vengo anche volentieri a risollevarmi lo spirito, oggi è il giorno della ripresa, ho voluto venire a dare i miei auguri al signor Galliani, al nostro
allenatore, a tutti i ragazzi, mi sono tenuto vicino una mezz’oretta i nuovi, Poli e Saponara, che mi sono piaciuti molto. Molti complimenti al signor Galliani che ha fatto un bel salto verso una squadra più giovane, rispondendo pienamente al mandato. L’anno scorso nella seconda parte abbiamo fatto più punti di tutti, siamo rimasti quelli dell’anno scorso più questi innesti di gioventù, speriamo di fare un bel campionato".

Galliani e l'entusiasmo dei tifosi

"Confusione? No, solo grande entusiasmo. C’è veramente una bellissima atmosfera e tutti i tifosi felici. Le cose fatte bene? Le cose per bene sono fatte dal presidente Silvio Berlusconi, che è stato con noi fino ad adesso, e poi, credo e spero, anche da noi". Così l’amministratore delegato del Milan, Adriano Galliani, ai microfoni di Sky, nella giornata di festa dei rossoneri a Milanello. "Il presidente ha mangiato con noi - ha aggiunto Galliani - ha parlato con tutto lo staff e con tutta la squadra e, per ognuno di noi, ha avuto parole di conforto e frasi di incoraggiamento", ha concluso Galliani, circondato dall’affetto dei tifosi, che hanno intonato diversi cori di stima all’indirizzo dell’amministratore delegato, il più "gettonato" assieme all’allenatore Allegri.

Commenti

abbassoB

Lun, 08/07/2013 - 18:00

ahahahahah!!!!!!!!!!! da scudetto,per te anche l'anno scorso era da primo posto..........passerete i preliminari.....ma poi dopo addio alla Champions League

Cristina Ulcigrai

Lun, 08/07/2013 - 18:13

FORZA SILVIO,FORZA MILAN!Ciao Cristina.

Giorgio1952

Lun, 08/07/2013 - 19:00

Il Milan è da scudetto come Forza Italia è da governo. Poveri illusi, l'unica cosa che rimane a Berlusconi da fare è sedersi in panchina come vice di Allegri, accanto a Tassotti, perché tra un pò potrà fare solo quello.