Le big all'ultima mossa. Conto alla rovescia per il colpo da scudetto

Juve a caccia del mediano, Milan sulla punta. Un'ala per la Roma e un esterno per l'Inter

Chi cerca un centrocampista, chi ha un bisogno disperato di terzini e chi, invece, si lancia nella caccia al bomber di razza. Meno di un mese e il mercato estivo chiuderà i battenti ma le grandi della nostra Serie A sono chiamate a mettere la fatidica pezza sulle sbavature delle rispettive rose, che oggettivamente mai come quest'anno appaiono comunque di qualità.

«Lo Scudetto ce lo giocheremo in cinque», aveva ribadito Massimiliano Allegri qualche giorno fa. Verità o semplice pretattica, di certo per la Signora il compito è arduo, vale a dire cercare di migliorare una rosa già molto competitiva, finalista di Champions League per due volte nel giro di tre anni e padrona di tutto in Italia da oltre un lustro. Con la sfida alla Lazio per la Supercoppa italiana alle porte (13 agosto), i bianconeri sono ancora alla ricerca di un centrocampista di qualità: perché gli innesti di Douglas Costa e Bernardeschi offriranno anche alternative sulla trequarti, ma è in mezzo al campo che bisogna affiancare a Marchisio, Pjanic e Khedira atleti di spessore. Gli obiettivi restano Matuidi (PSG), Emre Can (Liverpool) e N'Zonzi (Siviglia), ma è assai probabile che il tutto si risolverà nell'ultima settimana di mercato.

In casa Roma, dopo gli acquisti di certo non di grido di Moreno e Karsdorp, sono arrivati Pellegrini, Gonalons, Under e Defrel a mitigare le ire dei tifosi giallorossi; ma la verità è che, ad oggi, manca ancora un sostituto di Salah e il ds Monchi sta lavorando proprio su questo versante: Mahrez del Leicester e Vazquez del Real Madrid i nomi sul taccuino, ma non è da escludere un colpo a sorpresa.

Il Napoli, invece, agisce sotto traccia: c'è chi dice che il colpo sia stato trattenere tutti i migliori titolari; ed è anche vero che Ounas e Mario Rui potranno offrire valide alternative ad una panchina apparsa spesso corta. Ma forse servirebbe maggiormente inserire nell'undici titolare campioni capaci di alzare il livello tecnico della rosa, come accadde nel 2013 con gli arrivi di Albiol, Callejon e Higuain. Al momento, però, Giuntoli e De Laurentiis stanno lavorando esclusivamente ad un portiere che possa rimpiazzare Reina negli anni. Gli obiettivi: Karnezis e Rulli.

Il Milan è sicuramente il club che desta più curiosità. Perché i dieci acquisti portati a termine sono tutti di spessore e offriranno a Montella almeno 7/8 nuovi titolari. Ma ancora manca la ciliegina sulla torta, quell'attaccante capace di offrire valide alternative di modulo e un bottino consistente di gol. I nomi sono sempre gli stessi: da Kalinic ad Aubameyang, fino a Belotti, Diego Costa e all'auto candidatura dello svincolato Ibrahimovic.

Sull'altra sponda del Naviglio, invece, si attende ancora per il grande colpo invocato e promesso da Suning: gli arrivi di Padelli, Skriniar, Borja Valero, Odgaard e Vecino (per quest'ultimo ieri visite mediche e firma del contratto) non sono sufficienti, il tifoso vuole sognare. E l'eccellente prova in International Champions Cup non deve trarre in inganno: mancano ancora due esterni difensivi di spessore. Dalbert è atteso domani a Milano, al Nizza andranno venti milioni. C'è poi da risolvere la grana Perisic. Se dovesse rimanere, l'Inter sarebbe al completo da centrocampo in avanti. Altrimenti i nomi di Keita, Lucas Moura e Di Maria potrebbero tornare prepotentemente di moda come quello di Martial che a quel punto con Perisic in squadra Mourinho potrebbe liberare in prestito.