Blackout italiano: per una notte sistema in tilt

Nessuna informazione, nessuna spiegazione e un silenzio che, per fortuna, è stato spezzato dalla riapertura del gioco su tutte le sale di poker online d'Italia dopo uno stop durato dalle 4 alle 12-13 ore. Il problema, però, ha riguardato tutti i giochi online del bouquet dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato. Su cosa sia successo, buio assoluto. La notizia ha preso letteralmente fuoco soprattutto tra i pokeristi che, cercando di iscriversi ai tavoli venivano gentilmente allontanati da un messaggio di scuse delle poker room. Sale innocenti, però, anche se qualcuno ha subito gridato alla truffa e al complotto. In realtà sarebbero stati i sistemi Sogei a saltare.
La cronaca della sera parte dalle 20 di giovedì, quando tutto è andato in tilt. Tutti indistintamente fuori uso i siti di gioco online con i players che cercavano di capire se altri colleghi di altri network fossero online o meno. Qualcuno dice di aver riaperto il gioco dopo la mezzanotte. Altri sono tornati online dalle 9 del mattino di ieri. Ma il fatto certo, ormai, è che l'incasso della sera è saltato.
Meno peggio per le scommesse che giovedì avevano una giornata scarica ma pur sempre valida per i giocatori frequenti. Il danno, comunque, sembra incalcolabile ma soprattutto è un altro elemento che va a colpire la credibilità del gioco dot it.