Il Boa sibila via "Tornato a casa Qui è tutto meglio"

Il ghanese, allo Schalke 04 per 12 mln, si presenta così. Matri fa festa al Milan: "Ho spinto per essere qui"

«Un'operazione nata nel giro di un giorno e mezzo». Ma nell'aria da almeno un anno e mezzo. Adriano Galliani saluta Kevin Prince Boateng, in cima alla lista dei cedibili da tempo, i contatti con lo Schalke 04 erano iniziati circa un anno fa, per confessione del giocatore che non si è fatto troppo rimpiangere nel suo discorso d'insediamento nel bacino della Rhur: «Sono felice di essere tornato a casa mia - ha dichiarato il centrocampista ghanese -. La Bundesliga è il miglior campionato del mondo». E il dt dello Schalke ha rincarato la dose: «Non è stato difficile convincere Kevin, più difficile convincere il Milan». Boateng si trasferisce al club tedesco per 12 milioni e un triennale con opzione per il quarto. Ma siamo tutti felici per lui che finalmente torna a casa. Come Alessandro Matri: «Era ora, dopo dieci anni torno a casa. Ho saputo che c'erano altre squadre ma ho forzato la mano per tornare al Milan - ha detto l'ex juventino-. Trovo un allenatore che conosco e la numero nove che sognavo da bambino quando la vedevo sulle spalle di Van Basten, Weah e Inzaghi». Una cessione che all'apparenza non è stata gradita da Antonio Conte. Ma non girava la voce che non potesse vederlo? La sua uscita sembra più un messaggio alla presidenza: non siamo completi.

Le rimpatriate comunque potrebbero non essere finite, anche se quella di Ricardino Kakà sembra più complicata, nonostante le sue dichiarazioni: «Voglio andarmene dal Real». Il divorzio con il Madrid sembra inevitabile, così come l'immediata apertura di Adriano Galliani, sebbene Ricardino non abbia intenzione di ridursi l'ingaggio: «Andremo su una mezza punta - ha spiegato l'ad rossonero-. Kakà? È difficilissimo. Stiamo parlando con il Cska per Honda per cercare di prenderlo subito. Al momento dico più Honda che Kakà. E uno esclude l'altro». Ma poi il Cska ha respinto l'offerta: quindi il calciatore arriverà a Milano a gennaio.

La Juventus non ha finito, Nani ha rinnovato il suo contratto con lo United ma dal clan bianconero trapela la notizia che nessuno ha mai cercato il portoghese che ha sottoscritto un quinquennale a 6 mln a stagione netti. Anche il napoletano Zuniga si allontana, il suo agente sta trattando il rinnovo del contratto in scadenza giugno 2014. Sembrano tutte porte chiuse: «Marquinho via dalla Roma? Zero possibilità». Almeno secondo Marcio Rivelino, il suo agente. La Juventus aveva offerto già nei primi giorni di mercato 10 mln, rifiutati, poi si è fatta sotto l'Inter che non è andata oltre una richiesta di prestito con diritto di riscatto. Rafa Benitez ha chiesto a De Laurentiis il centrale Skrtel che aveva a Liverpool, la Roma cerca un centravanti ma non è riuscita a convincere Demba Ba del Chelsea che vuole restare in Premier, in caso di cessione. La Lazio invece è vicinissima a Yilmaz, il centravanti del Galatasary, raggiunto l'accordo sui 13 mln per il cartellino, si tratta di stabilire se il pagamento debba avvenire in due o tre anni. Dovesse fallire la trattativa, Floccari partirebbe comunque per fare spazio a Gilardino. Il colombiano Victor Ibarbo del Cagliari, bottega molto cara, è nei piani di Juventus, Napoli e Inter. Cellino vuole 12 mln.
Anche Samuel Eto'o è tornato da qualche parte. Ha siglato un annuale con opzione per un secondo con Josè Mourinho e potrebbe arrivare a 9 mln a stagione con i bonus. Gli avvocati di Gareth Bale sono all'hotel Eurobuilding di Madrid per trattare gli ultimi dettagli sul trasferimento più esoso della storia, intanto Cristiano Ronaldo è diventato il dipendente più caro del calcio firmando un rinnovo con Florentino Perez fino al 2018 per 17 mln a stagione e un miliardo di clausola rescissoria. Ma l'antitrust ha aperto un'inchiesta su questa storia dei benefici fiscali che agevolano i club spagnoli.

Commenti
Ritratto di Roybean

Roybean

Sab, 31/08/2013 - 09:33

Ora che se ne è andato, il campionato italiano è un torneo migliore.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 31/08/2013 - 09:47

Ha fatto vincere uno scudetto ad una squadra di scalzacani e lo cacciano a calci in c.lo.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Sab, 31/08/2013 - 14:06

Vi ha tolto le castagne dal fuoco , adesso lo cacciate ?