Boateng in tackle: "Salvini? Si sbaglia, con quei buu ci considerano scimmie"

Kevin Prince Boateng si è schierato dalla parte di Koulibaly, vittima di cori razzisti durante Inter-Napoli: "Chi fa queste urla sappiamo perché le fa, per certe persone chi è di colore è una scimmia. Poi certo in una curva ci saranno anche gli ignoranti che imitano gli altri pensando che sia giusto farlo"

Kevin Prince Boateng, centrocampista del Sassuolo ed ex calciatore del Milan, ha preso parola per dire la sua sul brutto episodio di razzismo che ha riguardato il difensore del Napoli Kalidou Koulibaly. Il senegalese, infatti, è stato preso di mira da alcuni tifosi dell'Inter che gli hanno riservato alcuni buu razzisti di cattivo gusto. In un'intervista concessa al Corriere della Sera, il Boa che fu protagonista di un brutto episodio di razzimo durante un'amichevole contro la Pro Patria, giocata a Busto Arsizio, è entrato in tackle: "Non mi pare che dal 2013 siano stati compiuti passi avanti. Se possibile la situazione è peggioratavisto che all’epoca nei miei confronti si scagliarono 50 tifosi. A San Siro l’altra sera erano 10 mila. Mi sono sentito male per Koulibaly e per chi ha dovuto assistere alla scena provando dolore".

Boateng ha poi risposto in maniera decisa e piccata al ministro degli Interni Matteo Salvini: "Per Salvini l'arbitro ha fatto bene a non sospendere la partita? È in errore, Koulibaly si sentiva male e secondo me anche qualche giocatore dell’Inter. Fermarsi sarebbe stato giusto anche per i milioni di persone che guardavano la partita in tv. Vorrei solo che la gente capisse cosa significa essere insultato per avere la pelle nera. Dobbiamo aspettare che ci scappi il morto?". Infine, Boateng ha confermato come l'episodio di San Siro si tratti di razzismo allo stato puro: "Questo è razzismo. Chi fa queste urla sappiamo perché le fa, per certe persone chi è di colore è una scimmia. Poi certo in una curva ci saranno anche gli ignoranti che imitano gli altri pensando che sia giusto farlo. Provi a chiedere a Koulibaly come si è sentito, uscendo dal campo. Glielo dico io, era sotto un treno".

Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 29/12/2018 - 11:51

Al contempo è colpa degli imam se i musulmani compiono attentati terroristici contro i cristiani. O non vale?

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Sab, 29/12/2018 - 12:37

quindi si possono insultare le mamme dei calciatori avversari? questo non è razzismo

stefi84

Sab, 29/12/2018 - 14:09

Salvini ha dimostrato di essere una persona di buon senso anche in questo caso.

oracolodidelfo

Sab, 29/12/2018 - 16:00

Kevin Prince Boateng, sei abbastanza navigato per renderti conto che nessuno vi odia per la pelle nera e su questa storia ci marciate ben bene. Un po' di italiani sono giustamente risentiti per alcuni efferati delitti commessi da "diversamente vichinghi". Aggiungo che voi, spregiativamente, definite i bianchi "muzungu" ......Ci autorizzi pertanto a dire che voi siete molto razzisti con i bianchi?...

DIAPASON

Sab, 29/12/2018 - 16:23

Con un intelligenza così al suo paese d’origine potrebbe fare il presidente

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Sab, 29/12/2018 - 19:40

Lo sapete benissimo che qui c'è della gente che non vi vuol vedere, e questo è un semplice dato di fatto a cui non si può girare attorno. Però i soldi fanno gola...

gianmess

Dom, 30/12/2018 - 00:00

Salvini ha perfettamente ragione. Non ha senso fermare le partite per episodi che non hanno alcuna connotazione razzista ma rientrano nel malcostume di chi va allo stadio per insultare l'avversario. Anche e soprattutto per rispetto di coloro che hanno pagato il biglietto o l'abbonamento in TV. Un professionista serio ha il dovere di restare sereno anche in condizioni ambientali difficili e di non commettere sciocchezze che penalizzano la propria squadra e chi gli elargisce lauti compensi.

al43

Dom, 30/12/2018 - 09:44

Ma il signore in questione collega ogni tanto il cervello? Si è mai visto un giocatore di colore insultato dai sostenitori della sua stessa squadra per il colore della sua pelle? Normalmente, io non frequento gli stadi, mi pare di capire sia solo una questione di casacca. E allora il "reato" va derubricato da razzismo a stupidità. Magari sportiva (!?), ma pur sempre stupidità.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 30/12/2018 - 11:55

Quindi con i buu a Bonucci volevano dargli della scimmia? Bianca ovvio.

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 30/12/2018 - 13:32

Fare Buuu a Koulibaly equivale a considerarlo una scimmia? Questa equivalenza sarebbe vera, se in Africa usassero lo stesso metro di paragone ed urlassero “Koulibaly” alle scimmie. Siccome così non è, gridare al razzismo (e tirare in ballo Salvini) per un buuu è semplice idiozia. Una volta sui campi di calcio l’insulto più frequente urlato dai tifosi era “Arbitro cornuto”. Ovviamente non c’era nessun riscontro reale con la realtà e la moglie dell’arbitro era una santa donna. Ma non ricordo che qualcuno esprimesse solidarietà all’arbitro o, a causa di quella frase, si fermasse una partita o si accusasse un ministro di essere il mandante, l’ispiratore o il responsabile morale degli insulti. Ma ormai il razzismo è un’accusa che va sempre bene. Serve alla causa.

Klotz1960

Dom, 30/12/2018 - 14:52

Quindi i cori che per ore insultano le mamme dei giocatori bianchi vanno bene, mentre i buu ai neri no. Ormai non si ragiona piu'.

Trinky

Dom, 30/12/2018 - 17:46

Allora dovrebbe sopendere le partite anche quando a fine mese andate a riscuotere stipendio e premi partita perchè sono un insulto alla miseria.......

vaigfrido

Dom, 30/12/2018 - 19:18

con quello che guadagnano ... un buuu ci può stare

jaguar

Dom, 30/12/2018 - 20:56

Se qualche buu li infastidisce devono cambiare lavoro, pagato magari con uno stipendio normale. Ma se Salvini non esistesse, a chi darebbero la colpa di tutto ciò che accade?