Bolt stanco ma non molla: 9“90 nei 100Meeting di Zurigo: Bondarenko fallisce il mondiale dell'alto

Usain Bolt non molla mai il regno dei 100 metri. Magari fatica un po', ma prima di batterlo... Lo ha dimostrato anche ieri sera al classico meeting di Zurigo per finali Diamond League. Partenza un po' difficile, l'altro giamaicano Nickel Ashmeade subito avanti e lui al recupero e al sorpasso finale: tempo 9“90, il compagno 9“94, Gatlin terzo in 9“96, anche il francese Vicaut sotto i 10“(9“98). Poi l'americano Rodgers, i giamaicani Carter e Bailey-Cole, l'inglese Gemili, l'americano Dix. Poi pioggia di autografi per il pubblico impazzito. Nell'alto, l'ucraino Bondarenko ha fallito ancora i 2,46 del record del mondo, ha vinto con 2,33, stessa misura del greco Baniotis e del qatariano Barshim. Merritt (44“13) ha tenuto botta nei 400 m. battendo James (44“32). Successo di Nick Simmonds negli 800 m. L'italiana Audrey Alloh 5ª nei 100 (11“63), successo della britannica Nelson (11“33). Nell'altra serie la giamaicana Russel: 10“98.