Bonucci addetto stampa

di Tony Damascelli

J uventus football club ha un nuovo addetto stampa. Trattasi di Bonucci Leonardo, già difensore e pluricampione d'Italia, ancora in attività con la squadra bianconera. Il suddetto ha voluto chiarire che, contrariamente a quanto pubblicato da alcune testate, nell'intervallo e al termine della finale di Cardiff, nulla sia successo nello spogliatoio juventino, tra lui, Dybala e altri sodali. Bonucci ha aggiunto che, qualora la sua smentita non fosse sufficiente a ristabilire la verità, lui medesimo si rivolgerebbe ai suoi avvocati. Non uno, dunque, ma uno staff di legali. Però, che temperamento, che eleganza. Nemmeno l'eccellente e garbato Albanese dottor Claudio, capo della comunicazione e delle relazioni esterne, o la bravissima Enrica Tarchi, capo ufficio stampa, avevano o avrebbero avuto simile coraggio nel respingere le insinuazioni dei media, sul clima rissoso del gruppo juventino. Entrambi si sono limitati a qualche telefonata da repertorio.

È un segnale di svolta, nella storia bianconera. Mai, prima d'ora, i calciatori avevano assunto un ruolo così manifesto come quello interpretato, in modo anche folkloristico, dal Bonucci, il quale, ai tempi di Boniperti o di Giraudo, sarebbe già stato destinato ad altri compiti, non soltanto tattici.

Non è più quel calcio ma ci sono questi calciatori. Prevedo altri cinguettii. Come nelle migliori commedie, si replica.