La bordata di Cannavaro: "Via le mummie ​che gestiscono il nostro calcio"

Il messaggio che Paolo Cannavaro, fratello del campione del mondo Fabio e giocatore del Sassuolo, scrive su Instagram è durissimo

Non le manda a dire. Il messaggio che Paolo Cannavaro, fratello del campione del mondo Fabio e giocatore del Sassuolo, scrive su Instagram è durissimo. La delusione per l'esclusione dell'Italia dal Mondiale in Russia è forte e forte è anche la rabbia nei confronti della dirigenza azzurra.

"Ragazzi il mondiale non L’abbiamo perso oggi.L’abbiamo perso 15 anni fa quando grazie ad un magna magna clamoroso degli addetti ai lavori,arrivavano in italia bidoni da ogni parte del mondo a soffiare ingiustamente il posto ai nostri ragazzi…gli abbiamo dato soldi gloria e conoscenza grazie ai nostri allenatori italiani che restano i migliori in assoluto.spero solo che oggi toccando il fondo si rifondi il NOSTRO CALCIO!", ha scritto Cannavaro.

Che poi ha aggiunto: "Via le mummie che gestiscono il calcio italiano e spazio ai giovani anche fuori dal campo!fuori dalle palle grazie…onore al grande Gigi Buffon che ha perso la possibilità di essere L’unico giocatore a disputare sei mondiali e nonostante non ci sia riuscito ci ha messo la faccia!!! Speriamo che le tue lacrime versate siano le ultime del nostro calcio!!!! Sosteniamo la giovane italia che verrà!!!! Ritorniamo ad essere l’Italia che il mondo intero ha invidiato purtroppo doveva accadere ciò per svegliarci!!!!".