Braccio di ferro Inter-Juve su Zuniga Thiago Silva e Ibra, rinnovo con aumento

Non c'è accordo sul passaggio di Silvestre al Milan, i rossoneri cambiano obbiettivo

La tromba d'aria che si è abbattuta ieri su Milano non ha spazzato via i dubbi di mercato delle due società meneghine. In casa Inter si studiano le migliori soluzioni da proporre a Walter Mazzarri, ma le cose si complicano quando di mezzo ci sono società molto più virtuose. Esempio ne sia il caso di Camilo Zuniga: il Napoli non ha nessuna intenzione di svendere il giocatore, ma dall'altro lato della barricata c'è un giocatore in scadenza di contratto e una Juventus che preme per averlo. Una situazione delicata, nella quale s'inserisce la volontà dello stesso De Laurentiis, che preferirebbe cedere il giocatore proprio all'Inter che ha offerto 10 milioni. Zuniga, però, ha già l'accordo con la Vecchia Signora: si preannuncia un caso di mercato molto delicato.

E mentre si complicano la cessione di Schelotto al Chievo e l'acquisto di Taider dal Bologna, sembra sfumare anche la trattativa per Matias Silvestre al Milan: i rossoneri vorrebbero il giocatore solo in prestito, mentre l'Inter chiederebbe l'obbligo di riscatto della camproprietà per monetizzare almeno in futuro la partenza di un giocatore di fatto ai margini del progetto sportivo. Risultato: il Milan cambierà obbiettivo.

Galliani, comunque, si muove anche su altri fronti: vuole la seconda metà di Poli dalla Sampdoria ma senza inserire nella trattativa Niang («Ci serve per il preliminare di Champions») e manda laconici messaggi al Cska Mosca. Domenica il presidente russo aveva annunciato che l'offerta del Milan per Honda era troppo bassa; ieri la replica dell'ad rossonero: «Il nostro impegno economico non cambierà».

In questo quadro di giochi dialettici e tentativi low cost, s'inserisce una Juventus che guarda il Galatasaray accelerare per Kolarov e il Parma dire di no per Biabiany. Sicuramente i bianconeri non hanno fretta di chiudere, tanto che, se non dovessero esserci offerte appetibili sul mercato, potrebbe anche non arrivare nessuno a parte Zuniga.

Il tutto mentre all'estero il Paris Saint-Germain pensa ai rinnovi, ovviamente faraonici: e dopo Verratti, con il quale è stato trovato l'accordo già domenica, ecco la firma sui contratti di Thiago Silva e Zlatan Ibrahimovic, ovviamente con ingaggio lautamente ritoccato verso l'alto. Quando si dice l'amore per la maglia...