Brasile-Olanda probabili formazioni e ultimissime

Le due squadre potrebbero schierare delle formazioni ampiamente rinnovate

Oscar e Robben, due protagonisti della finale di questa sera

Finalina, finale di consolazione, finale per il terzo e quarto posto, chiamatela come volete, ma in tutti i casi la gara che va in scena quest'oggi a Brasilia, ore 22 italiane, è quella che nessuna delle squadre vorrebbe giocare, in quanto mette di fronte le due formazioni più deluse del Mondiale, quelle che si sono fermate ad un solo passo dalla finalissima.

Per entrambe, però, una vittoria nella gara di oggi vorrebbe dire calmare almeno in parte le polemiche che si sono accese dopo le due semifinali. Polemiche molto diverse nei due campi, con il Brasile bastonato dalla Germania per 7 – 1 e messo sotto accusa nel suo complesso da stampa e tifosi, e l'Olanda con il "caso" Van Persie e le polemiche legate all'utilizzo del giocatore non in buone condizioni fisiche. 

Felipao Scolari sa che in partenza sulla sua formazione scenderanno copiosi i fischi del popolo brasiliano, ma sa che una eventuale vittoria mitigherebbe in parte la delusione di un pubblico così appassionato, e dunque proverà a portare a casa almeno la terza piazza. Dopo la squalifica che lo ha tenuto lontano dalla semifinale contro la Germania, torna al centro della difesa brasiliana l'ex milanista Thiago Silva, la cui assenza si è fatta molto sentire, soprattutto dal punto di vista della leadership, con David Luiz che ha dimostrato di non avere altrettanto carisma del futuro compagno di squadra al Paris Saint Germain.  In attacco la scelta del CT brasiliano, dovrebbe andare verso una esclusione di Hulk, che i tifosi e la stampa hanno indicato come il maggiore capro espiatorio per la sconfitta contro i Tedeschi. Unica punta dell'attacco brasiliano dovrebbe essere quindi Hulk, anche se la sua conferma potrebbe non essere così scontata, con le azioni di  in forte ascesa. Dietro di lui un tridente, formato da Oscar, Willian e Ramires, con la mediana composta da Luiz Gustavo e da Paulinho, per un centrocampo sicuramente più equilibrato rispetto a quello presentato con la Germania. La difesa sarà completata da Julio Cesar in porta, Marcelo e Dani Alves, con David Luiz che farà coppia al centro con Thiago Silva.

Dalla parte opposta Van Gaal dovrebbe dare spazio a nuovi titolari, iniziando da Huntelaar che sostituirà Van Persie fin dal primo minuto di gara mentre Sneijder e Robben sono confermati nel reparto dei trequarti. In porta Krul, eroe dei rigori nel quarto di finale sostituirà Cilessens, e davanti a lui saranno schierati Vlaaar, Martins Indi e De Vrij. Un nuovo inserimento a centrocampo con Clasie che va ad affiancare Blind, Wijnaldium e Kuyt.

Il bilancio degli incontri giocati in precedenza tra le due nazionali è in perfetta parità nelle undici gare giocate. Sulla carte, in questa occasione le maggiori motivazioni potrebbero essere dalla parte dei Brasiliani, ma anche un eventuale terzo posto non servirebbe ad asciugare tutte le lacrime versate dal popolo verde-oro dopo la pesante sconfitta in semifinale.

La finalina sarà arbitrata da un arbitro algerino, il 43enne Djamel Haimoudi, e sarà la prima volta per un arbitro del continente africano. In questa edizione del mondiale Haimoudi è già stato designato per tre gare, due nella fase a gironi, tra Australia ed Olanda e tra la Costarica e l'Inghilterra ed una negli ottavi di finale tra il Belgio e gli Stati Uniti. Quella di stasera è la diciannovesima edizione della finalina, in quanto nella prima edizione del 1930 non fu disputata. Tra le formazioni vincitrici della finale di consolazione, emerge la Germania che se ne è aggiudicate quattro edizioni, mentre il Brasile ha conquistato due volte il terzo posto.