Il broker: "L'uomo d'affari lo conoscevo, ma lui è proprio un vero milanista..."

"Molto onorato di aver potuto trattare direttamente con Berlusconi. È un grande imprenditore"

L'uomo d'affari thailandese Bee Taechaubol

Mister Taechaboul, che impressione ha tratto dal secondo colloquio con Berlusconi?

«Sono stato molto onorato di aver potuto trattare direttamente con Silvio Berlusconi e ringrazio la sua famiglia oltre che la Fininvest. È veramente un grande imprenditore oltre che un vero gentiluomo. Ma al di là di questo aspetto si tratta di un vero rossonero. Lui vuole il meglio per il Milan e lo stesso voglio anche io».

Cosa significa quella stretta di mano realizzata davanti a tutti?

«Dopo questi giorni di incontri, discussioni e trattative, significa che abbiamo ricevuto l'esclusiva a raggiungere l'accordo finale con la Fininvest. Non vedo l'ora di poter far parte della storia del Milan che gode di una grande popolarità in tutto il mondo e anche nel mio paese».

Come mai ha puntato subito e soltanto al Milan?

«Basta andare in giro per le strade di Bangkok per vedere ragazzi e ragazze con la maglia del Milan. Per me è un sogno che si realizza. Non vedo l'ora di arrivare in Thailandia per poter lavorare sodo alla realizzazione dei punti che fanno parte dell'accordo e rendere così finalmente operativa l'intesa contrattuale».

Lei sa che la squadra attualmente sta vivendo un declino tecnico.

«Presto, molto presto ci rimboccheremo le maniche per cambiare questi risultati deludenti. Al momento il Milan non è dove meriterebbe di essere. Ci sarà bisogno di un grande lavoro ma con un management dedicato e investimenti intelligenti lo riporteremo alla gloria antica e a vincere quei trofei, scudetto e Champions league, che i suoi tifosi meritano».

Prima del suo arrivo a Milano, molti nomi e molte candidature di dirigenti (Lippi, Maldini) e tecnici (Gattuso, Oddo, Spalletti) sono stati attribuiti alla sua cordata.

«Ho notato molta confusione sul piano della comunicazione, in parte giustificata dalla complessità della trattativa. Posso garantire di non aver contattato nessun esponente dell'area sportiva. Invece ringrazio la Doyen Sports (fondo guidato dal brasiliano Lusa, ndr) che avremo a fianco nell'avventura rossonera».