C'è Calhanoglu per il Milan. Inter, oggi Cda e altro sponsor

C'è chi vuole comprare, chi deve vendere e chi, invece, guarda in attesa di tempi migliori. Il mercato della Serie A è questo, un gioco dove ognuno recita il suo ruolo. Quello più attivo, da diverso tempo, spetta al Milan, che ieri si è lanciato nella corsa a Calhanoglu del Bayer Leverkusen. Il 23enne centrocampista ha un contratto in scadenza nel 2019 ed è valutato 25 milioni dai tedeschi. Una cifra che non spaventa i rossoneri, che ieri mattina hanno incontrato in sede il presidente del Trabzonspor per parlare di Kucka. La distanza tra domanda e offerta è notevole ma siamo solo all'inizio.

Se la Milano rossonera compra, quella nerazzurra prova a vendere: Banega vicino al ritorno a Siviglia, per Caprari è fatta con la Samp nell'operazione Skriniar. Smaltire gli esuberi è quanto chiesto da Spalletti. Troppi soprattutto i difensori. Il primo a salutare sarà Andreolli, il cui contratto non verrà rinnovato. Intanto oggi pomeriggio il CdA approverà il budget per la prossima stagione da presentare alla Lega di A (necessario per l'iscrizione al campionato), con ratifica dei rinnovi contrattuali di Gardini e Williamson. E sempre oggi potrebbe arrivare l'annuncio di un nuovo sponsor o meglio della concessione a una azienda cinese di poter sfruttare il marchio nerazzurro. Passo decisivo insieme alle cessioni nella rincorsa a sistemare il Fair Play Finanziario.

In casa Roma, dopo l'addio di Salah, quello imminente della coppia Paredes-Manolas e il brivido regalato da Nainggolan, che su Instagram ha pubblicato una foto che lo ritrae di spalle in piscina con scritto «Pensando a che fare», si continua a sfoltire: ieri l'incontro con l'agente di Mario Rui ne ha ufficializzato la cedibilità. Il Napoli è interessato ma giudica alta la richiesta di 10 milioni. Partenopei che oggi potrebbero chiudere per Ounas del Bordeaux, esterno sinistro offensivo algerino classe '96, identificato come prima alternativa al tridente titolare.

La Torino granata accoglie Sirigu: oggi firma un biennale. Si complica, invece, la caccia della Juve a Douglas Costa: il Bayern Monaco vuole 50 milioni per il 26enne verdeoro. I bianconeri, che hanno già l'accordo col giocatore, ne offrono al massimo 40. Nel frattempo Allegri si tiene stretto Bonucci, che ha incrociato a Roma Sabatini: «È un giocatore straordinario - ha detto il tecnico a Sky - deve capire che sarà il futuro leader del nostro spogliatoio».