C'è Vidic e Ranocchia si allontana

Il trentatreenne centrale difensivo serbo Nemanja Vidic, attuale capitano dello United, è ufficialmente dell'Inter, per Erick Thohir un grande acquisto: «Sono estremamente soddisfatto della chiusura dell'accordo - ha commentato il presidente -. È uno dei più forti difensori al mondo, le sue caratteristiche, la sua esperienza internazionale, il suo carisma da leader saranno fondamentali per la squadra e per la crescita dei giovani. Aggiungerà valore al club e sarà un ulteriore tassello per la costruzione di una grande Inter». È costato zero e ha firmato un biennale da circa 3 milioni a stagione, meno di quanto percepiva. Ma l'annuncio a marzo ha indispettito i fan dello United, uno di loro twitta: «L'Inter annuncia la firma di Vidic a metà di una stagione traumatica per noi?! È imbarazzante, gente in fuga da una nave che affonda!». Il commento di un tifoso juventino chiude il cerchio: «Vidic all'Inter avvicina Ranocchia a Vinovo». Potrebbe essere la lettura per un annuncio apparso intempestivo, ma intanto Ranocchia, in scadenza a giugno 2015, domenica gioca per mancanza di alternative, e se dovesse resuscitare approfittando di questa situazione contingente, Samuel e Juan Jesus squalificati con Rolando in diffida, la sua cessione alla Juventus aprirebbe un altro caso Guarin. Thohir comunque non ha mancato una delicatezza: «Vorrei ringraziare il Manchester United, Nemanja e il suo entourage per la disponibilità e professionalità dimostrata nella trattativa».
Oggi Thohir è a Milano e il ds Ausilio gli dettaglierà sugli ultimi eventi. Una indiscrezione spiegherebbe un altro ingresso anticipato a gennaio, quello di Danilio D'ambrosio, anche lui in scadenza a giugno con il Torino, pagato invece un milione e 750 mila euro più le metà di Benassi e Colombi. Il suo arrivo anticipato, immotivato visto l'attuale impiego che ne fa Mazzarri, sarebbe spiegato da un'opzione che l'Inter avrebbe ottenuto da Urbano Cairo per Alessio Cerci, 26 anni. L'Inter vorrebbe chiudere prima della sua partenza per il Mondiale ma la concorrenza di Milan e Juventus, alla quale l'esterno granata si è offerto, è molto determinata.