Cagliari in zona retrocessione: Zeman in bilico?

Zenga, Zola e Ballardini i nomi dei possibili sostituti

Due vittorie e 6 pareggi che finora valgono il terzultimo posto in classifica. Ventuno reti fatte, le stesse del Genoa che veleggia nei piani alti della classifica, ma anche il solito allarmante score delle reti subite: 29, terza peggior difesa di serie A. E il solito calcio a cui Zeman ci ha abituato da anni. Champagne e bollicine con tante, forse troppo ubriacature e sbandature improvvise. Tanto che a Cagliari qualcosa si sta muovendo: e per il tecnico boemo non sono sempre buone notizie. Esonero o nuova conferma di Zeman si decideranno a breve, al massimo domani, giornata del rompete le righe per la squadra prima delle vacanze natalizie.

L'ultimo giorno di allenamento, in teoria, potrebbe corrispondere con il primo giorno ad Assemini dell'eventuale nuovo tecnico. Tra i nomi che circolano in pole position c'è Walter Zenga, anche se nei giorni scorsi si è parlato pure di Gianfranco Zola e Davide Ballardini, tutti e due ex, il primo da giocatore, il secondo sulla panchina rossoblù.

Venerdì pomeriggio c'era stato un incontro tra il presidente Tommaso Giulini e lo stesso tecnico boemo per fare il punto della situazione, ma non era emersa alcuna svolta. La domenica, però, è cominciata male per i colori rossoblù con il gol vittoria di Paloschi che ha allontanato il Chievo a quattro punti. Psicologicamente un'altra mazzata per l'ambiente. Che ora potrebbe correre ai ripari.