Cagnotto e Dallapè riprovano la caccia al podioVia ai mondiali di Barcellona: tuffi e la Grimaldi nel fondo

Barcellona dieci anni dopo. I mondiali tornano nella capitale catalana con record di partecipanti: 181 nazioni, quasi 3000 atleti. Ieri la cerimonia d'apertura, oggi le prime gare per tuffi, nuoto sincronizzato e nuoto di fondo. La novità assoluta sono i tuffi “High Diving“ (piattaforme da 20 e 27 metri): 16 giorni di gare, 40 finali del nuoto, 10 tuffi, due High Diving (29-31 luglio), 7 nel sincronizzato e nel nuoto in acque libere, 2 nella pallanuoto. Montepremi di 2,4 miliioni di euro, un oro vale 11.700 euro, un primato del mondo 19.500.
Tania Cagnotto torna a tuffarsi dalla piscina vista mozzafiato del Montjuic dopo un'annata in cui ammette di aver pensato soprattutto «a divertirmi»: tra tv e scatti con pochi veli su Playboy. Uno stacco dopo la delusione dei Giochi di Londra, con il 4° posto ripetuto nell'individuale e nel sincro con Francesca Dallapè. Oggi ci riprovano nel trampolino sincro da 3 m: «Non sono in forma come negli altri mondiali. Le aspettative sono poche, niente illusioni - spiega la Cagnotto - E in futuro chissà mai non pensi alla Tv». In 4 edizioni Tania, oggi 27enne, è sempre salita sul podio. Oggi ci proverà anche Martina Grimaldi nel nuoto di fondo 5 km.
Tv: Raisport1 dalle 9 alle 20,15. Rai2 e Eurosport: 17,20-18,30.