Calciomercato

Tra Inter e Manchester City non balla solo l’amichevole giocata ieri notte ma anche quei quattro milioni di euro di sconto sul cartellino di Balotelli che Raiola ha chiesto a Moratti dopo aver trovato l’accordo per il contratto del suo assistito con gli inglesi. Oggi non succederà niente, lo stesso presidente interista ha detto che si torna a trattare da domani. Il City le sta provando tutte per risparmiare qualcosa, ha proposto anche di inserire nell’affare Robinho ma l’Inter ha almeno cinque milioni di buone ragioni, pari all’ammontare dello stipendio del brasiliano, per dire no. Comunque nessuna nuova buona nuova, alla fine l’affare si farà. Attilio Lombardo, da pochi giorni nello staff di Mancini, è già pronto ad accogliere SuperMario: «Saremmo felici di averlo qui, è un giocatore dalle grandissime potenzialità». Qualche settimana fa si pensava che questa sarebbe stata la partita di Balotelli, in realtà Benitez lo ha tenuto a riposo: d’accordo il risentimento all’adduttore ma non sarebbe stato carino farlo giocare proprio a poche ore dall’addio alla squadra. L’attaccante non è neanche riuscito a salutare Roberto Mancini che in queste ore si trova in Italia per stare vicino al padre ricoverato all’ospedale di Ancona. Impossibilitato a guidare il City all’assalto dei campioni d’Europa, «ha comunque fatto la formazione», assicurano i suoi collaboratori.
Lo stallo permane anche sulle situazioni di Maicon e Burdisso. È quindi improbabile, come scritto dal Daily Express, che l’Inter abbia già presentato la sua offerta per Mascherano al Liverpool. Sia per la cifra, 24 milioni, decisamente superiore a ciò che Moratti vuole spendere per il centrocampista, sia perché si procederà ad acquistare dopo le cessioni. Da segnalare l’ottimismo del procuratore di Burdisso, che ieri ha perfezionato il passaggio di Guillermo, fratello di Nicolas, alla Roma: «I due giocheranno assieme la prossima stagione» le parole di Hidalgo. Per sostituire Maicon rispunta il nome di Ilsinho (Shakhtar Donetsk) ma rimane caldo anche il nome di Aogo (Amburgo) il cui procuratore avrà un colloquio a Milano coi dirigenti della Juventus nei prossimi giorni. A Torino registrano l’interesse del Paris Saint Germain per Zebina mentre, dopo il no di Burdisso, per il ruolo di difensore si farà un sondaggio per Rafa Marquez che ieri ha rescisso il contratto con il Barcellona. Hernanes «al 99% è della Lazio» almeno secondo Federico Penha, vicepresidente della società che detiene il 17% del cartellino del centrocampista brasiliano: il ds laziale Tare è volato in Brasile per trovare l’accordo col giocatore. Cristiano Lucarelli è già un giocatore del Napoli, almeno secondo l’hacker che ieri ha inserito la scheda dell’attaccante livornese nel sito partenopeo. In realtà non c’è ancora l’accordo tra Napoli e Parma ma l’affare è in dirittura d’arrivo, l’annuncio potrebbe arrivare già domani.