Un calendario da dilettanti e i guai di Max

L'elenco degli infortunati continua a essere eccessivo proprio nel momento più caldo della stagione bianconera

La confusione regna sovrana: ieri sera l'Inter, oggi Juventus, Roma, Lazio e Milan, domani il Napoli. Il calendario della serie A sembra un puzzle ideato e disegnato da un dilettante allo sbaraglio. La Juventus anticipa la capolista Napoli reduce dalla trasferta in Germania, là dove potrebbe avere bruciato qualche energia nervosa e fisica, non previste. Ma Allegri ha i suoi guai, l'elenco degli infortunati continua a essere eccessivo proprio nel momento più caldo della stagione bianconera: oggi l'Atalanta che concederà il bis, sempre a Torino, nel ritorno di coppa Italia mercoledì (a ribadire il rompicapo del calendario); quindi il viaggio all'Olimpico contro la Lazio e la trasferta decisiva, forse ultima, di Champions a Londra contro il Tottenham. C'è poco da programmare, contano le vittorie, senza alternative, in Italia e in Europa, altrimenti, oltre agli infortunati, potrebbero appalesarsi altri problemi sulla guida tecnica e sul bilancio del club. Idem come sopra per Roma e Milan, divise e unite da proprietà forestiere, americani e cinesi devono decidere cosa fare, da grandi, delle loro squadre di football. Il bostoniano Pallotta James ha detto che le difficoltà della Roma derivano dalle radio private della capitale che scaricano escrementi sulla squadra; aveva ragione il grande Raymond Chambler: «Credo che Dio abbia fatto Boston in una domenica piovosa». Triste e solitario lo yankee Pallotta, più reattivo e democratico Li Yonghong che ha smentito gli escrementi sulle proprie finanze e spera di trovare conferma da Gattuso stasera a Roma. Poi c'è la Lazio che ha recuperato Felipe Anderson e ha un superImmobile, facile trasferta a Reggio Emilia contro il Sassuolo. Infine il Napoli, domani sera in Sardegna, impegno niente affatto comodo, Cagliari indisponente ma Sarri saprà che cosa fare, conoscendo il risultato dell'inseguitrice Juventus.

Per completare il turno, non va sottovalutata l'offerta della partita all'ora di pranzo. Sempre in linea con il calendario di cui sopra, ecco che il mercato orientale potrà assistere, in prime time, a Crotone-Spal, partita di lusso che terrà legati alle sedie i tifosi di Pechino e di Tokyo. Non ridete troppo.