Il Carpi batte l'Empoli. Il Verona è matematicamente in B

Lasagna firma l'1-0 e regala tre punti d'oro al Carpi, che battono un Empoli ormai senza più stimoli. Il risultato condanna il Verona tra i cadetti, nonostante la bella vittoria sul Milan

Il Carpi batte l'Empoli e manda il Verona in serie B. Si è risolto a 5' dalla conclusione, con Lasagna che ha firmato l'1-0, l'ultimo posticipo della 35^ giornata di Serie A. Il match, giocato allo stadio Braglia di Modena, ha portato agli emiliani i tre punti necessari ad arrivare a quota 35 in classifica, lasciando i toscani fermi a quota 42. Non è bastata dunque al Verona la vittoria per 2 a 1 sul Milan: con il risultato del match di questa sera la squadra di Delneri, ultima in classifica, è aritmeticamente retrocessa.

Una rete di Kevin Lasagna, l'ennesima partendo dalla panchina, al 40' della ripresa stende un Empoli ormai senza più obiettivi in campionato ma mai arrendevole (1-0) e porta il Carpi a +3 sul Palermo terz'ultimo in classifica. Vittoria pesante ed importantissima per la squadra di Castori, che piega solo nel finale i toscani, in dieci dal 25' per l'espulsione di Mchedlidze. L'esito della partita avvicina gli emiliani alla salvezza e decide anche il destino, già segnato, del Verona che saluta la Serie A.

Prima occasione targata Carpi, con Mbakogu che di testa chiama alla deviazione in angolo Pelagotti. Emiliani più attivi in questi primi minuti, i toscani non riescono a farsi vedere in attacco. Al 25' tegola sull'Empoli: Mchedlidze alza il gomito per difendere palla e colpisce Crimi, Valeri sventola il rosso diretto. Fuori anche il tecnico di casa Castori per proteste. Il Carpi prova ad approfittare della superiorità numerica, ma le conclusioni di Lollo e Di Gaudio non creano problemi alla difesa ospite. Prima dell'intervallo ci prova la squadra di Giampaolo con Buchel dal limite, Belec para senza difficoltà.

Nella ripresa scende in campo un Empoli più aggressivo: Saponara scarica il destro senza inquadrare lo specchio. Replicano gli emiliani con un colpo di testa di Romagnoli, la palla sorvola la traversa. Pucciarelli va a segno, Valeri annulla per il fallo dell'attaccante su Gagliolo. La gara prosegue nel sostanziale equilibrio. Il Carpi fatica a rendersi pericolosi in avanti, e ha una grande occasione con Mbakogu che sul traversone di Lollo incorna a lato a due passi da Pelagotti. Sfortunati poi i padroni di casa che timbrano la traversa con il colpo di testa di Romagnoli. Prova a pungere in contropiede l'Empoli, che non risente dell'inferiorità numerica: Pucciarelli carica il destro, bravo Belec a distendersi in corner. Il portiere del Carpi è attento poi sul destro di Mario Rui, innescato da un grande palla di Saponara. Si scalda Lasagna, entrato ad inizio ripresa per Crimi: l'attaccante raccoglie il cross sporco di Letizia e in girata impegna Pelagotti. Due minuti dopo, proprio Lasagna si inserisce alla perfezione e firma il vantaggio deviando di mancino il traversone di Pasciuti (40'). Gol pesantissimo e che può indirizzare il discorso salvezza. In pieno recupero si ristabilisce la parità numerica: a finire sotto la doccia in anticipo è Lollo, che rimedia il secondo giallo per un intervento su Croce.