Carvajal regala il trofeo al Real all'ultimo tuffo

A pochi istanti dai rigori il gol che premia la squadra di Zidane. Sergio Ramos protagonista

Dani Carvajal esulta dopo il gol segnato al Siviglia nella finale della Supercoppa Europea

A pochi istanti dalla lotteria dei rigori, arriva il tiro velenoso di Daniel Carvajal infilato nell'angolino in basso a sinistra della porta difesa da Sergio Rico che regala la Supercoppa Europea a un Real incerottato, ma che alla lunga merita il successo anche grazie a un pizzico di fortuna. Per il Siviglia terza sconfitta di fila in finale nel trofeo diventato da anni predominio iberico. Zidane è orfano di Cristiano Ronaldo, Bale, Pepe e Kroos (e non è poco...) e bissa il successo del 2014, ottenuto proprio contro gli andalusi con la doppietta di Cr7. L'anno scorso fu invece il Barcellona a imporsi dopo una pazza battaglia finita 5-4 nei tempi supplementari (dopo che i blaugrana erano in vantaggio per 4-1).

Mai si era giocato così a nord (a Trondheim, in Norvegia, nello stadio del Rosenborg, il Lerkenal Stadion da 22mila spettatori) e la pioggia, caduta copiosa per tutto il pomeriggio, accompagna i primi minuti del match. Il 64 per cento di possesso palla dimostra il dominio nel primo tempo della squadra di Zidane. Un dominio che viene legittimato al 21' dal gol di Asensio, il fenomeno 20enne che molti vedono come il futuro dieci del Real: il calciatore, tornato dal prestito all'Espanyol e schierato a sorpresa dal tecnico del Real (un messaggio chiaro ai suoi centrocampisti), sblocca il match con di sinistro da fuori area che si infila sotto la traversa.

Il Siviglia esce dal torpore e guadagna campo: Carrizo testa i riflessi di Casillas, poi al 41' arriva il pari di Franco Vazquez. Il calciatore prelevato dal Palermo con 15 milioni di euro (109 presenze e 22 reti con i siciliani per l'italo-argentino transitato anche dalla nazionale azzurra) sfrutta il passaggio di Vitolo e la disattenzione di Varela. Senza la Bbc (Benzema entrerà dopo un'ora al posto di uno spento Morata), il Real fatica a creare occasioni.

A quel punto Sergio Ramos diventa il protagonista del match: prima provoca ingenuamente il rigore su Vitolo che Konoplyanka trasforma, poi al 93' appoggia di testa in gol e porta la sfida ai supplementari, infine firma il 3-2 all'inizio dell'extra-time ma la rete viene annullata (su segnalazione dell'assistente d'area Grujic) per un presunto fallo del difensore. Il Siviglia era intanto rimasto in dieci per il doppio giallo sventolato a Kolodziejczak. E a pochi minuti dalla lotteria dei rigori, il destro di Carvajal che regala il trofeo al Real che alza la Supercoppa Europea per la terza volta.