Casillas attacca, Mourinho risponde: "Non mi ha mai detto le cose in faccia"

Mourinho ha risposto in maniera piccata alle critiche ricevute da Iker Casillas: "La sua è la classica intervista da giocatore a fine carriera. Mi ha sempre affrontato di nascosto"

José Mourinho ha allenato il Real Madrid per tre stagioni, dal 2010 al 2013, e spesso il suo rapporto con alcuni calciatori delle merengues è stato conflittuale. Con uno in particolare, ovvero Iker Casillas ci sono stati diversi momenti di tensione e ora a distanza di cinque anni dalla chiusura del loro rapporto lavorativo l'attuale estremo difensore del Porto è tornato a criticare lo Special One. Intervenuto nel corso del programma televisivo 'Universo Valdano', il 37enne di Madrid ha riservato una bordata al suo ex allenatore: "Penso che se capitasse di nuovo prenderei il toro per le corna, affronterei Mourinho. In quel momento invece ho preferito tacere, pensando fosse il modo migliore per continuare a onorare i colori del Real Madrid. Ad oggi nessuno ha mai parlato dell'altro, meglio lasciar perdere".

Casillas è poi entrato nel dettaglio:"Il suo arrivo aveva un fine chiaro, competere con Barcellona. Erano ​​momenti di grande tensione, stava venendo fuori un madridismo che non mi piace. Vincemmo anche la Liga, e avevamo la sensazione, secondo me sbagliata, di aver neutralizzato il Barcellona. Sembrava che ci fosse una guerra politica tra la Catalogna e la Spagna. Sono un madridista, non voglio altro che veder vincere il Real Madrid, ma non ho intenzione di arrivare a un estremo del genere". Naturalmente la risposta di Mourinho non si è fatta attendere e l'ha fatto direttamente dalle colonne del quotidiano portoghese 'A Bola': "Questa intervista dà l'idea di essere l'intervista di qualcuno che è alla fine della sua carriera. Ma per quanto riguarda me, quando dice che non mi ha mai affrontato, questo non corrisponde alla verità. Mi ha affrontato e lo ha sempre fatto in un modo in cui non c’è nessuno che lo fa meglio di lui: di nascosto!".