Cassano, la moglie adesso rivela ​"Non voleva stravolgerci la vita"

Dopo le polemiche degli ultimi giorni con i continui cambi di direzione da parte di Cassano adesso parla la moglie

Dopo le polemiche degli ultimi giorni con i continui cambi di direzione a Verona da parte di Antonio Cassano, ieri è arrivata la decisione finale, ovvero quella di lasciare il calcio. Ma di fatto in questa storia che riguarda il giocatore di Bari Vecchia di fatto è arrivata anche la moglie che con alcune dichiarazioni ha confuso le idee dei tifosi affermando che il marito avrebbe lasciato Verona senza però abbandonare il calcio. Affermazione poi successivamente smentita dallo stesso Cassano che ha invece sottolineato la sua scelta di andar via da Verona e di appendere le scarpette al chiodo. Dopo qualche giorno di silenzio, Carolino Marcialis ha deciso di parlare e di raccontare cosa c'è davvero dietro l'addio di Cassano al calcio: "Antonio semplicemente non voleva stravolgerci la vita, far cambiare tutto a me e ai bimbi", ha affermato ad Oggi. "La mia priorità è rappresentata dal fatto di stare vicino ai miei figli e a mia moglie", ha detto il calciatore giustificando la sua scelta di lasciare il Verona. E lei dice aggiunge: "Non voleva far cambiare tutto a me e ai bimbi". "Ma io sono la prima che lo appoggia in qualsiasi scelta: anche se ci fosse da andare in Cina lo seguirei con i bimbi", dice Carolina. "Mi ambiento ovunque e a Chris e Lionel ho trasmesso i miei valori e questa mia adattabilità. L'importante è essere uniti: per il resto possiamo andare in capo al mondo!".

Commenti
Ritratto di aresfin

aresfin

Mer, 26/07/2017 - 14:13

Stai a casa panzone che è meglio!

wintek3

Mer, 26/07/2017 - 15:38

Se non fosse che si sta parlando di Cassano si potrebbe pensare a qualcuno di veramente responsabile

onurb

Mer, 26/07/2017 - 16:44

Nella mia vita lavorativa ho fatto più di qualche trasferimento. Moglie e figlia me le sono sempre portate al seguito. Cassano non è mai stato un atleta e a 35 anni, dopo i primi allenamenti, ha capito che non era cosa per lui.

AndreaT50

Mer, 26/07/2017 - 17:45

Stravolgere la vita per andare ad abitare a Verona che é una delle città più belle del mondo? A Roma direbbero: ma chè te stai a dì!