Di Centa non invecchia mai: torna nella 30 km

Il 44enne olimpionico di fondo rientra e anzi rilancia: «Se serve, posso fare anche i Mondiali»

Lucia Galli

Grandi ritorni, licenziamenti in tronco, speranze di gloria. Il Circo Bianco entra nel vivo e sbarca, anche per le signore dello sci alpino, sulle più abbondanti nevi europee. La news più bella viene, però, dallo sci nordico e porta la firma tenace di Giorgio Di Centa che, a 44 primavere ed inverni suonati, torna in pista oggi, nella 30 km a tecnica libera di Davos (Diretta Rai ed Eurosport alle 14.30). Di Centa non aveva mai abbandonato i binari sottili del fondo e l'accordo anche con coach Sepp Chenetti era già stato siglato insieme al (provvisorio) pensionamento: «Se sono in forma, torno nelle long distance e se c'è bisogno pure in staffetta, Mondiali inclusi». Detto fatto, poco più di un anno in panciolle e Di Centa, re della 50 km olimpica di due lustri fa, è pronto per l'eterna giovinezza. Lui ha cinque anni meno di Steve Locher che, invece, in pensione c'è stato mandato davvero. E per la seconda volta. Campione di gigante e superg anni Novanta, nell'era di AT (due bronzi fra Giochi e Mondiali e 3 vittorie in coppa), arruolato come coach degli azzurri delle discipline tecniche, come usa nel calcio, è stato esonerato dopo solo tre giornate in cui gli azzurri sono andati in bianco, escluso Moelgg a Levi. Motivazioni? Scarsa intesa con il team, anche per via del vernacolo francese o tedesco e scarso broken italian. Le sue deleghe sono per ora in carico a Max Carca, direttore tecnico dell'intero settore. Intanto le altre gare: proprio gli slalom gigantisti, orfani di coach e risultati, riprendono il cammino oggi. Appuntamento a Val D'Isere che sta facendo gli straordinari ospitando, dopo la tappa di velocità maschile di settimana scorsa sulla morbida OK-Daille, anche un gigante oggi ed uno slalom domani (dirette Tv 9.30 e 12.30), stavolta sulla ripidissima Face du Bellevarde. Per ora il circo rosa torna in Europa passando dal Piemonte e dal colle con l'olimpica Sestriere che ospita oggi, sulla Kandahar Agnelli, un gigante e domani uno slalom (dirette Tv 10.30 e 13.30) con Sofia Goggia e Marta Bassino a caccia di una riconferma e Federica Brignone a capitanare le altre girls in cerca di un riscatto.