Cerci e Ranocchia? Bravi, ma lasciamoli a casa

L'ultima di campionato ha confermato i limiti di alcuni azzurri. Il torinista ha fallito un rigore e dimostra sempre un quid in meno, l'interista non è mai brillante davanti a punte scattanti. Il 2 giugno Prandelli dovrà tagliare sette giocatori: vediamo quali sono i più indiziati.

Alla mezzanotte tutti in ritiro e con scarpette lucide. I 31 convocati di Cesare Prandelli tutti insieme appassionatamente a Coverciano: per dare il via al tour delle speranze azzurre, all'avventura del Brasile carnival pallonaro. Italia e mondiale coniugano, storicamente, speranze e polemiche, centinaia di ct all'opera e uno solo a rispondere per tutti. Fino al 2 giugno staremo a discutere sulla forma di tizio e caio, sulla bontà delle scelte, ma poi il 2 giugno ci saranno sette nomi da depennare(oltre a quello di Mirante che è il numero 31 della lista, in quanto quarto portiere). E, a quel punto, fioccheranno polemiche ed delusioni. E se le esclusioni di Gilardino e Criscito hanno prodotto mugugni e musi lunghi, immaginate se Prandelli tagliasse Rossi o Cassano.
In realtà le ultime indicazioni dovrebbero far riflettere. Alessio Cerci si è mangiato un rigore decisivo per la stagione del Torino. Tutti a dirgli: non hai colpe. Ma, in realtà, un giocatore delle sue qualità non ti può tradire con un rigore. Come ha ricordato Ventura, hanno sbagliato anche Roberto Baggio e Baresi. Si potrebbero aggiungere Platini e Socrates, la lista è lunga. Peccato che Cerci non valga neppure un quarto dei sopracitati. Un rigore non può condannare un giocatore, ma i rigori potrebbero essere decisivi anche al mondiale. Il biondo granata vale poco più di un Moriero, o forse poco meno. La sua stagione è stata grande nel Torino e in un campionato di basso livello. Le qualità tecniche di Cassano e Rossi sono superiori. Destro, Balotelli e Immobile non si discutono, in quanto attaccanti puri. Cerci è un mezzo e mezzo di cui si può fare a meno. Inutile dire che Insigne e Candreva, dal punto di vista fisico-atletico, promettono meglio. I gol vanno segnati nei momenti che contano e nessuno degli altri attaccanti è stato meno decisivo del torinista. Prandelli ha sempre "giocato" per Cerci, ma forse le valutazioni andrebbero riviste.
E così pure per i difensori: Ranocchia gode di buona stampa, ma sarà un caso se gli scappano sempre i giocatori che poi vanno in gol? Punte veloci e sfuggenti. Meglio affidarsi a gente più scattante, meno macchinosa nel mettersi in moto. Sarà un caso, ma proprio nell'ultima di campionato Cerci e Ranocchia (non è solo colpa del portiere se un attaccante segna con tiro facile) hanno lasciato l'amaro in bocca.
E se a centrocampo Aquilani sembra un predestinato al taglio poco discutibile, non illudiamoci con i giocatori di fascia: a rigor di stagione e prestazioni Abate, De Sciglio e Maggio sarebbero da lasciare in Italia. I primi due per chiaro imbolsimento tecnico, senza dar colpe a Seedorf. Se uno c'è si vede, se non c'è piagnucola con il tecnico. Il terzo è stato particolarmente sfortunato per un infortunio, ha recuperato ma è sempre stato il punto debole dell'assetto difensivo azzurro. Dipende da quanto Prandelli intenda soffrire, rischiare e ricever critiche.

Commenti

Miraldo

Mar, 20/05/2014 - 00:18

I giocatori da tagliare sono Cassano balotelli e Rossi.

plaunad

Mar, 20/05/2014 - 08:20

Cerci non si tocca ! Forza Toro, peste ai "gobbi"

linoalo1

Mar, 20/05/2014 - 08:48

Prandelli lo sa benissimo!Non abbiamo giocatori validi e motivati!Lui,come tutti noi,è consapevole dei limiti della squadra,limiti insuperabili perchè non abbiamo,da tempo,giocatori con la g maiuscola!E quindi,Prandelli,deve costruire la Squadra con il poco material che ha!Ed in questo,la maggior colpa l'ha la Lega Calcio che,ormai da tempo,ha permesso a tutte le squadre di calcio di poter utilizzare quanti stranieri volessero!Mi ricordo che,l'anno scorso,per una mia curiosità,ho volute individuare la squadra con più stranieri in gioco!Giuro che sono rimasto basito perchè risultò essere l'Inter con 11 Stranieri in gioco contemporaneamente,ossia tutta la squadra che giocava era composta solo da stranieri!Grazie che poi il C.T. della Nazionale non ha punti di riferimento fissi e che,in ogni partita,cambia quasi tutti i giocatori!Quindi,Media e tifosi,non prendiamocela con il C.T. per la brutta figura che faremo,ma prendiamocela con il vero colpevole:la Lega Calcio!Lino.

Pinocchio 63

Mar, 20/05/2014 - 17:20

Che grande idiozia che ha scritto su Cerci, si vede che la pagano solo per riempire il vuoto. Alessio è il miglior assist man del campionato appena termina, ben undici perle. Le ricordo i mondiali del 94 dove perdemmo ai rigoroi grazie agli errori di Baresi e Baggio. Se il calcio non è il suo sport si documenti prima di scrivere