Cessione Inter, Thohir: "Rispetto Moratti. Non voglio l'80% e non impongo nomi"

Il magnate indonesiano a Milano: "Non imporrò dirigenti e scelte di mercato". E fa sapere: "Non voglio l'80% del club. Rispetto per Moratti"

Pare che Massimo Moratti si sia infastidito - e non poco - per il clamore mediatico nato dal pranzo di lavoro tra lui e il magnate indonesiano Erick Thohrir, venuto a Milano per concludere l'acquisto dell'Inter. Le molte indiscrezioni, dettagliatissime, sulle cifre e i tempi della trattativa, e i particolari sulla nuova dirigenza nerazzurra, fino ai possibili ritocchi sulla squadra ancora in via di formazione (vedi ipotesi Lavezzi), non sono piaciute al presidente. Che ha ancora qualche dubbio e non vuole firmare, chiudendo una storia d'amore lunga 18 anni (acquistò il club nel 1995) se non si sente convinto al 100%.

Probabilmente Moratti gradirebbe un ingresso più soft del nuovo socio: l'acquisto di una quota di minoranza e poi, il passaggio di consegne vero e proprio. E a quanto pare Moratti vuole una garanzia in più (qualcosa che va oltre i soldi e le quote). Un diritto di veto in grado di impedire, un domani, che Thohir possa liberarsi dell'Inter al miglior offerente, senza guardare troppo per il sottile.

Thohrir ha capito tutti i timori di Moratti. E oggi, intercettato dai giornalisti fuori dall'hotel Armani di Milano, il tycoon indonesiano ha fatto il possibile per tranquillizzare il suo interlocutore: "Non stiamo trattando per l’80% della società, non per una quota così alta. Ho massimo rispetto per la famiglia Moratti. Non voglio imporre nomi per la dirigenza e non influenzerò i movimenti di mercato. Rispetto i tempi della trattativa. Domani lascerò Milano per tornare in Indonesia".

Con queste parole del tycoon indonesiano cadono le voci su una conclusione della trattativa che era stata data per certa entro domenica (si era parlato anche di un notaio preallertato). Le parti, dunque, si sentiranno ancora ed è probabile che Thohir torni in Italia nelle prossime settimane se ci saranno forti accelerazioni.

"Non stringeremo in questi giorni", ha detto Moratti all’uscita dalla Saras riguardo alla trattativa. E riguardo al rispetto per la famiglia Moratti manifestato da Thohir, il presidente dell’Inter ha commentato: "Bene, mi fa piacere. È un messaggio importante".

 

 

Commenti
Ritratto di scandalo

scandalo

Ven, 26/07/2013 - 13:38

Moratti infastidito ..ma dove vai se la grana non ce l'hai !!

Ritratto di lettore57

lettore57

Ven, 26/07/2013 - 13:43

Capisco che son problemi

yuri e mia

Ven, 26/07/2013 - 14:40

caro Presidente si decida...è due mesi che va avanti sto tira e molla... o è si o è no...compriamo i giocatori di serie B col tycoon alle porte e i soldi incassati dalla Saras...l'anno scorso siamo arrivati 9°... e vorremmo sapere di che morte morire quest'anno...gli altri comprano Higuain, Gomez e Tevez e noi i panchinari di Parma e Samp???

Roberto Casnati

Ven, 26/07/2013 - 15:30

Moratti? Un poveraccio un bamboccione, un incapace totale nemmeno capace di scegliersi un bravo dentista. Moratti? Chi era costui? Ah sì! Un'incapace che ha "gestito" per anni una squadra di calcio. Uno che se c'era un affare sballato ci si buttava a piè giunti convinto di essere un "manager". Moratti? Un poveraccio che "non se lo ca....nessuno". Insomma Moratti quando è che ti extrapalli?

Ritratto di Dobermann

Dobermann

Ven, 26/07/2013 - 15:52

Moratti, sei la degna metafora della tua squadra!

Ritratto di Mizio66

Mizio66

Ven, 26/07/2013 - 16:48

il rumore dei nemici, anzi dei rosiconi... mica si compra le vostre squadrette di B, questo... fatevene una ragione...

Sapere Aude

Ven, 26/07/2013 - 17:18

La storia Moratti-Thohir sta ogni giorno di più assumendo i toni della love story tra Jacqueline Lee Bouvier, detta Jackie, coniugata Kennedy in prime nozze e Onassis in seconde nozze. Entrambi vogliono l’Inter. Uno c’ha la grana, tanta, l’altro si è messo in testa di contare come prima. Gli avvocati di entrambe le parti hanno un bel daffare a disbrigare la matassa. Jacky sembra che abbia preteso nel contratto con il magnate greco non più di un amplesso alla settimana. Su questa falsa riga Moratti potrebbe chiedere di fare il presidente dell’Inter tutti i lunedì, e la goduria sarebbe quella di farsi chiamare presidente al processo di Biscardi. E' un'idea!

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Ven, 26/07/2013 - 17:34

@ Scandalo - pensa alle ruberie della tua squadra !

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Ven, 26/07/2013 - 17:39

Roberto Casnati Ven, 26/07/2013 - 15:30 Moratti? Un poveraccio... bamboccione ... incapace totale. Moratti? Chi era costui? Omissis------ E se seguisse una bella querela? Possibile che non sai argomentare senza insultare? Sei dell'altra squadra di Milano, quella due volte in B, oppure sei "B" juventino del "tenta" sul campo? Per la redazione: passate solo gli insulti di una parte?

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Ven, 26/07/2013 - 17:43

A chi critica l'inconcludenza Thohir-Moratti vorrei rammentare la telenovela Kakà. Oppure l'acquisto di Tevez l'anno scorso...... hahahhaha hahahahah

82masso

Ven, 26/07/2013 - 18:14

E' bello sentire i milanisti che per passare il tempo commentano notizie relative ai cugini, d'altronde all'orizzonte nessuna votazione politica si scorge e quindi niente colpi iperbolanti/megafonati dal mercato.

Tom Hagen

Ven, 26/07/2013 - 18:25

Gangnam Style. Bella foto