Champions League: Celtic a rischio squalifica per colpa dei suoi tifosi

Champions League: il Celtic Glasgow vince sul campo, per 5-2, contro l'Hapoel Beer Shev, ma rischia la squalifica per colpa dei suoi tifosi

Champions League, gara d'andata dei preliminari: il Celtic Glasgow si è sbarazzato agevolmente dell'Hapoel Beer Shev per 5-2 e il ritorno sarà tra una settimana. La qualifazione per gli scozzesi dovrebbe essere una pura formalità, a meno che l'Uefa non decida di punire severamente il club per le intemperanze dei suoi tifosi che, durante il match contro gli israeliani, hanno esposto delle bandiere della Palestina. L'organo di controllo del calcio europeo è molto chiaro su questo tema e non ammette manifestazioni politiche durante le partite: secondo quanto riporta La Repubblica, per questa ragione, il Celtic rischia di essere estromesso dalla Champions League.

Il glorioso club scozzese, che vinse la Coppa dei Campioni, edizione 1966-1967, battendo in finale l'Inter di Helenio Herrera allo stadio nazionale di Jamor a Lisbona, è a forte rischio squalifica per colpa dei suoi sostenitori che hanno esposto numerose bandiere della Palestina in senso provocatorio nei confronti degli avversari israeliani. L'Uefa, dunque, a breve dovrà pronunciarsi in merito a questo brutto episodio: il Celtic Glasgow sta già tremando all'idea di essere squalificato.