Champions League, il Real Madrid vola in semifinale

Dopo lo 0-0 dell'andata in casa dell'Atletico Madrid, la squadra di Ancelotti si è imposta 1-0 nel match di ritorno

Il Real Madrid approda in semifinale di Champions League. Dopo lo 0-0 dell'andata in casa dell'Atletico Madrid, la squadra di Ancelotti si è imposta 1-0 nel match di ritorno nel derby madrileno. Di Chichiarito Hernandez, a 2' dalla fine dei tempi regolamentari, il gol della vittoria. Solo il Real Madrid. Dominato l'Atletico nel derby di ritorno del quarto di finale di Champions League, semifinale conquistata meritatamente. La quinta consecutiva. Dopo quasi una partita intera di catenaccio all'italiana della squadra di Simeone, i Blancos di Ancelotti passano al Santiago Bernabeu solo all'88' con una rete (la sesta stagionale) di Chicharito Hernandez, che conclude a rete su assist di Cristiano Ronaldo. Dopo 7 derby senza vincere, il Real torna al successo nel palcoscenico più importante. Era dalla vittoria della finale di Lisbona che Ancelotti non superava Simeone. Ci arrivava anche orfano di Benzema, Bale e Modric per infortunio, oltre che Marcelo per squalifica. Modulo 4-4-2 con il Chicharito Hernandez in coppia con Cristiano Ronaldo in avanti. A centrocampo si sacrifica Ramos al fianco di Kroos. A Simeone mancava solo Mario Suarez, in avanti dunque Mandzukic e Griezmann. L'Atletico fa muro dall'inizio alla fine, grazie ad un Oblak al consueto stato di grazia. Primo sussulto Blanco al 14' con CR7 che ha tempo e spazio per calciare ma non inquadra. L'Atletico si avvicina a piccoli passi, al 16' Koke prova la forbice ma la palla si invola alta. Al 28' ancora Colchoneros con Jesus Gàmez, tiro a botta sicur ma Casillas blocca. Alla mezzora punizione di CR7 e risposta di Oblak in angolo. Al 44' finalmente il Real trova il varco per lanciare Ronaldo a rete ma il portoghese calcia con superficialità e Oblak si oppone. Nella ripresa Simeone inserisce Gabi per Saul per dare più esperienza e possesso ai suoi. Ma è sempre e solo Real: al 4' gran movimento di Isco che libera Hernandez ma la mira non è all'altezza, 10' dopo Varane prova lo stacco da corner ma il colpo è centrale e lo stesso esito ha un tentativo di Ramos. A 25' dalla fine esce anche Griezmann per Raul Garcia, che al 28' partecipa all'azione che manda Koke tutto solo in area, tiro frettoloso e Casillas para. L'inerzia è dei biancorossi, ma al 30' arriva il secondo giallo di Arda Turan per fallo su Ramos e la squadra di Simeone chiude in dieci. In realtà cambia poco perchè il copione non cambia, il Real riprende ad impostare e al 35' Oblak è ancora decisivo su Hernandez. Il messicano però si riscatta allo scadere, dando un senso alla sua esistenza merengue. La standing ovation del Bernabeu può valere la conferma a Madrid. Per Ancelotti vale la semifinale.