Champions, l'Uefa tentenna sulla riforma: la Serie A trema

L'Uefa sta pensando di modificare o di sospendere il nuovo format della Champions League, approvata a fine agosto, e valevole per la stagione 2018-19

Poco più di tre mesi fa, era il 26 agosto, la federazione europea aveva approvato la riforma per rinnovare la Champions League. La proposta prevedeva che i quattro maggiori campionati europei, Serie A, Liga, Bundesliga e Premier League sarebbero tornati ad avere 4 rappresentanti, senza più bisogno di dover passare prima per i playoff, a partire dalla stagione 2018-2019. La Uefa aveva intrapreso questa strada per limitare la voglia dei più grandi club europei di costituire la Superlega, ma a distanza di poco tempo pare che ci abbia già ripensato.

Secondo quanto riporta Marca, l'Uefa si riunirà la prossima settimana per prendere una decisione definitiva e per capire se modificare o sospendere questo nuovo format proposto per la Champions League a partire dalla stagione 2018-2019. Secondo i media spagnoli, dunque, l'Uefa ci avrebbe ripensato per via delle pressioni delle leghe più piccole che hanno paura di finire ai margini del progetto. Questa nuova riforma della Champions League era sta proposta e approvata poco prima che venisse eletto il nuovo Presidente della Uefa, lo sloveno Aleksander Ceferin, che pare però non incline a dare il suo benestare. Questa notizia, soprattutto in Italia, era stata accolta con grande entusiasmo, visto che ora solo due squadre italiane accedono direttamente al tabellone principale di Champions mentre la terza classificata deve passare per i playoff. Se la riforma venisse rivista o addirittura sospesa si dovrà dire addio al sogno di rivedere ben 4 squadre italiane in Champions dal 2018-2019.

Commenti
Ritratto di lettore57

lettore57

Mar, 13/12/2016 - 18:29

Son drammi