Champions, Roma: raccattapalle 16enne colpito da Ferreyra. Ma lo perdona

Il raccattapalle colpito da Ferreyra durante Roma-Shakthar ha già perdonato il calciatore: "È umano"

Borsa del ghiaccio sul ginocchio e mano dolorante a fine partita per un raccattapalle 16enne colpito da Ferreyra dello Shakhtar che con uno spintono a bordo gambo l'ha mandato gambe all'aria. Un gesto brutto che il giovane però ha saputo perdonare il fretta, dimostrando grande bontà.

Il post su Instagram

Vittima del giocatore ucraino è l’attaccante dell’Under 16 della Roma, pupillo di Bruno Conti, Matteo Cancellieri. Il giovane dopo l'inconveniente si è lasciato andare su Instagram: "Grazie a tutti coloro che si sono preoccupati. Tutto bene, per fortuna. È stato solo un gesto di rabbia incontrollato da parte del giocatore. È un essere umano anche lui".

Una scelta volontaria che andava anche oltre al volere della società che - per non sollevare un polverone e per tutelarlo - avrebbe preferito non rivelare neppure il nome. (Qui il video)

Commenti

frabelli1

Mer, 14/03/2018 - 15:03

Non è stato "steso" o malmenato. È stato semplicemente spintonato perché non dava la palla per iniziare il gioco. Purtroppo è stato ammonito solo l'autore del gesto, mentre nessuna conseguenza per tutti, TUTTI i giocatori della Roma accorsi a spintonarsi con gli avversari, senza motivo. Secondo me è stato un pessimo esempio di correttezza sportiva perché bastava il capitano con l'arbitro, ma in Italia non non si fa, TUTTI contro a gridare. L'arbitro non ammonisce più. MALE!!!