La Chapecoense si rialza con orgoglio: 32 calciatori per ripartire

La Chapecoense allenata da Wagner Mancini si ritroverà oggi per preparare la nuova stagione che prenderà il via il prossimo 26 gennaio

È passato poco più di un mese, ormai, dal disastro aereo che ha cancellato quasi l'intera squadra brasiliana della Chapecoense. Il club biancoverde si stava recando in Colombia per disputare la finale della Copa Sudamericana contro l'Atletico Nacional: purtroppo l'aereo non è mai arrivato a destinazione schiantandosi sulle montagne. La CONMEBOL, confederazione Sudamericana del Calcio, anche su richiesta della squadra avversaria, ha assegnato ad honorem la Coppa alla Chapecoense che ora però deve e vuole ripartire e lo farà con una rosa tutta nuova.

Da Ronaldinho a Neto, passando per Maicon, Riquelme, Kakà, Gudjohnsen e Adriano, sono tanti i calciatori che si sono offerti di giocare per la Chapecoense, in segno di solidarietà. Il club brasiliano, però, ha deciso di fare da solo e la nuova rosa sarà composta da 32 calciatori: dai superstiti Martinuccio e Nenèm, rimasti in Brasile il giorno dell'incidente perchè infortunati, ai 12 calciatori provenienti dalle giovanili fino ad arrivare a 18 calciatori prelevati soprattutto da club brasiliani e sudamericani. Il 26 gennaio ci sarà l'esordio in campionato della Chapecoense che vuole continuare a dare gioie ai suoi tifosi dopo una terribile tragedia che ha gettato nello sconforto una nazione intera.