Chelsea eliminato. E tutti attaccano Mourinho. Lui si difende: "Colpa di Ibra"

Sul web spopolano le prese in giro nei confronti del tecnico del Chelsea, ribattezzato "SpecialOut" per l'eliminazione in Champions. Per lui decisiva è stata l'espulsione di Ibra, che in teoria avrebbe dovuta favorire i suoi

Dopo la pesante eliminazione in Champions, maturata davanti al proprio pubblico dello Stamford Bridge, il Chelsea non si dà pace. Eppure Josè Mourinho, da tempo abituato alle vittorie e alla sfide difficili, ammette senza problemi che il verdetto del campo è giusto. "Il Psg ha meritato". Analizzando il 2-2 che ha promosso i francesi ai quarti di Champions League, lo Special One, intervistato da Sky Sport, se ne esce con una tesi strabiliante: il Chelsea è stato eliminato perché è rimasto con un uomo in più. Per Mourinho la svolta della partita è arrivata proprio grazie all'espulsione di Ibrahimovic:"Con loro in dieci, la pressione è tutta andata sui miei giocatori, che non hanno potuto esprimersi al meglio. Il Psg in dieci non aveva più niente da perdere, ed ha giocato con organizzazione difensiva e contropiede, in attesa di una palla inattiva. Quando una squadra come la nostra non può esprimere il suo calcio con la pressione di una partita come questa non merita di vincere".

"Abbiamo patito più noi l'espulsione? Credo di sì", sottolinea ancora Mourinho. "Da quel momento loro hanno avuto zero responsabilità, dovevano cercare di sopravvivere, cercando il momento giusto. Hanno meritato". E tracciando un bilancio sulla partita ammette: "Sono deluso, due gol presi su corner sono difficili da accettare". Cosa ho provato al gol di David Luiz (ex del Chelsea, ndr)? "Niente di diverso. È un giocatore del Psg e ha fatto il suo lavoro", chiarisce il portoghese. Poi, una battuta su Salah, l'attaccante del Chelsea dato in prestito alla Fiorentina, che ha esordito in serie A a suon di gol: "Doveva giocare e lo sta facendo con la Fiorentina. Sta facendo bene, quello era il nostro obiettivo per la sua evoluzione come giocatore".

Intanto sul web spopola una foto che ritrae l'azzurro Marco Verratti, a bordo campo, che indica Mourinho con un dito e se la ride. E su Twitter i tifosi si scatenano con l'hashtag #SpecialOut, accostando alla prima parte del suo nomignolo (SpecialOne) la parola "out", cioè fuori (dalla Champions).

Sportivamente Mourinho a fine gara ha detto che Ibrahimovic deve essere riabilitato, cioè non merita la sqaulifica per l'espulsione subita (a suo dire esagerata), ma è difficile che il giudice sportivo Uefa non sanzioni lo svedese. Intanto il diretto interessato si è sfogato dicendo che "la cosa peggiore è stata la reazione dei giocatori del Chelsea. Tutti a pressare l'arbitro per condizionarlo. Mi sembrava di avere 11 bambini attorno a me". Undici bambini che, probabilmente, papà Mourinho ora metterà in punizione.