Malinconia Pogba, la sorpresa è bleu

Si potrebbe prendere a caso una delle 35 partite d'esordio fra mondiali ed europei e appiccicarla qui. Tutte uguali, tutte deludenti, tutte fuorvianti

Si potrebbe prendere a caso una delle 35 partite d'esordio fra mondiali ed europei e appiccicarla qui. Tutte uguali, tutte deludenti, tutte fuorvianti.

La Francia è sembrata poco, molto poco. Ha già vinto un Europeo e un Mondiale in casa, ma qui non si è vista in giro gente tipo Djorkaeff, Henry, Blanc, Gallas, Zidane. Magari Platini. C'era Deschamps ma in panchina. Per favore non venite a dirci che noi italiani abbiamo una difesa datata, DiDi ha schierato in fascia Evra e Sagna che sommano 68 anni, in mezzo i trentenni Rami e Koscielny, la Romania non ne ha mai approfittato, sulle brochure distribuite dall'Uefa era schierata con tre punte, nella realtà ha faticato a presentarne due. Sono partiti forte, poi Iordanescu, ex attaccante, li ha richiamati all'ordine, allineati e coperti, vigili su Paul Pogba, il grande assente. Chiedere a lui e solo a lui, il più giovane dei francesi in campo, di risolvere la questione era un azzardo. Il francesino c'ha provato, non è cresciuto neppure dopo la rete di Giroud. Peraltro da annullare per un fallo su Tatarusanu in uscita a cui sposta il braccio e impedisce la presa.

La Romania non ha avuto reazione ma le è bastato entrare in area per creare il panico: il fallo da rigore di Patrice Evra non ha niente a che fare con l'esperienza. La malinconica serata dei francesi ha avuto il suo apice quando sull'1-1 Deschamps ha richiamato Paul Pogba. Ha tolto l'unico talento depotenziando la sua squadre e rilanciando l'entusiasmo romeno ai minimi termini. Ha temuto di perderla, non si è chiuso ma ha avuto paura di lasciarci la buccia alla prima di questo Europeo. E non sembra un buon segno. La Romania in fondo è poco anche lei, il solito buon palleggio a prescindere dai protagonisti, gran ressa in mezzo, un paio di occasioni a partita. Finale francese di Payet, centrocampista del West Ham, sinistro all'incrocio che fulmina Tatarusanu, una prodezza napoleonica per come si era messa la faccenda. E così anche questa gara d'esordio finisce con una sorpresa, vince la Francia.

Commenti

ABBONDIO

Sab, 11/06/2016 - 12:41

Cara Juve se è vero che ti danno 120 milioni per pogba vendilo subito, anzi portatelo voi con l'aereo che non cambino idea. sempre se ve li danno perchè dire è una cosa dare e' un'altra. vendetelo anche a metà prezzo. arriva fino a qua come calciatore. non è messi o ronaldo che possono cambiare una partita; è un buon giocatore ma niente di piu'. la juve puo' farne a meno tranquillamente. meditate e vendete