Chiellini un disastro Vidal, guerriero a riposo

6 BUFFON Spettatore sul gol e per il resto della partita.
5,5 BONUCCI Per posizione, il vice Barzagli è lui: perde sicurezza, non aiuta la squadra in costruzione e non vive una delle sue migliori serate.
6 OGBONNA Al centro della difesa a tre e all'esordio assoluto nella manifestazione, non ha colpe specifiche sul gol anche se avrebbe potuto essere più reattivo.
5 CHIELLINI Si vede sbucare da dietro Jorgensen nell'azione del gol: magari non è del tutto colpa sua, ma certi corpo a corpo lui è abituato a vincerli. Prova a riscattarsi nell'altra area, ma trova Wiland. E comunque non mancano altre sbavature: inizio stagione al rallentatore.
5,5 LICHTSTEINER Gode di grande spazio a inizio partita e Pirlo lo cerca spesso: gli prendono le misure e lui, come sovente capita, si innervosisce inutilmente.
5,5 VIDAL Meno guerriero del solito, non riesce a mettere le marce alte. E, di conseguenza, la Juve fatica a partire,
6 PIRLO Pochi colpi di genio rispetto alle serate di grazia, ma riesce comunque a mettere Tevez davanti al portiere.
6 POGBA Qualche errore in apertura, compreso il fallo che genera la punizione del vantaggio danese. Sfiora il pareggio su azione d'angolo e sale di giri strada facendo.
6 PELUSO Titolare quasi a sorpresa e addirittura all'esordio stagionale, ci mette mezzora a scaldarsi: poi azzecca qualche giocata, compreso il cross che frutta il pareggio (28' st De Ceglie 5,5).
5,5 TEVEZ Il primo tiro verso la porta danese è suo. E pure il secondo, che impegna Wiland. Ci prova anche alla mezzora, ma non incide come si sarebbe voluto e a inizio ripresa si divora un gol fatto, prima di azzeccare il velo che aiuta Quagliarella a trovare il gol.
6,5 QUAGLIARELLA La zampata mancina che vale il pareggio lo riabilita dopo un primo tempo a dir poco impalpabile. Poi colpisce anche la traversa con un colpo di testa: il fatturato c'è, insomma (31' st Giovinco sv).
6 All. CONTE Non l'inizio che sognava, anche se alla fine la Juve avrebbe meritato i tre punti.