Chiello dottore in tutto, Pjanic impavido

7 BUFFON Mette la manona d'istinto per negare il gol a Iniesta, guadagnandosi la pagnotta fin dal primo tempo.

7 DANI ALVES Attento a non conceder spazio a Neymar, che anzi sovrasta in alcuni momenti costringendolo a rincorse che non sono certo il suo pezzo forte.

7 BONUCCI Sbrigativo quando serve, specie dopo avere fatto prendere un mezzo coccolone ai quarantamila presenti cercando un dribbling di tacco.

7,5 CHIELLINI Il dottore in Economia (con il massimo dei voti) limita Suarez da par suo. E segna pure il 3-0.

7 ALEX SANDRO Si pensava potesse lasciare spazio ad Asamoah, invece convince Allegri a dargli fiducia: meritandosela appieno.

6,5 KHEDIRA Per poco non combina un pasticcio grande come una casa, perdendo palla in prossimità della sua area di rigore: sbavatura grave ma senza conseguenze. Sfiora il 3-0 a inizio ripresa.

7 PJANIC Rispetto alla timidezza di inizio stagione, non c'è paragone: lotta e costruisce, rompe le scatole e poi alza la testa (dal 44' st BARZAGLI sv).

7 CUADRADO Asfalta Mathieu appena ne ha la possibilità, mantenendo poi la posizione quando la palla ce l'hanno i catalani. Prova di grande maturità tattica (dal 28' st LEMINA 6).

8 DYBALA Doppietta da far venire giù lo Stadium, sotto la Sud. Primo gol con un colpo di biliardo, degno di chi dà sempre del tu al pallone: segue sberla precisa di prima intenzione (dal 36' st RINCON sv).

7 MANDZUKIC Lo strappo con cui si divora la fascia sinistra per servire a Dybala la palla del 2-0 è degno del miglior Mennea. Più tante altre corse.

6,5 HIGUAIN Ci prova subito di testa, ma trova soltanto ter Stegen. Preziosissimo quando arretra, non così preciso come altre volte sotto porta.

All. Allegri 8 L'aria nuova (parole sue, per sottolineare la nascita del 4-2-3-1) della quale la Juve aveva bisogno dopo Firenze si dimostra buonissima anche contro il Barcellona. Applausi.