Ciclismo: la "Freccia" è Dani Moreno

Sul celebre Mur de Huy, arrivo verticale della classica vallona, trionfa il braccio destro dello specialista e favoritissimo Rodriguez, in difficoltà per i postumi di una caduta. Italiani ancora male: decimo Nocentini

Tutti ad aspettare Rodriguez, vincitore dell'anno scorso e superspecialista negli arrivi in verticale come il celebre Mur de Huy, conclusione della Freccia Vallona. Stavolta però il campione spagnolo deve gettare la spugna, ancora sofferente per i postumi della brutta caduta accusata alla Gand-Wevelgem. Nessun problema, però, in squadra: è subito pronto il sostituto, nella persona del suo fedele scudiero, Dani Moreno. Bravissimo il vice Rodriguez a rimontare nello strappo finale il colombiano Betancour e l'iridato Gilbert, bravissimo a resistere fino alla fine per un clamoroso arrivo solitario. Grande vittoria. Alle sue spalle, coppia colombiana, Henao e il valoroso Betancour.
Purtroppo per gli italiani, ancora notizie meste: il primo è Nocentini, solo decimo. La speranza è che il digiuno si interrompa domenica, nella grande chiusura del ciclo nordico, con la Liegi-Bastogne-Liegi: ci sarà Nibali, ma non sarà facile.