Il ciclismo sempre più british Yates mette la firma sulla Vuelta

Mas trionfa sull'ultima salita e centra il secondo posto

Ancora loro: ancora un britannico. Nel ciclismo ormai si parla solo e soltanto inglese. Dopo Chris Froome al Giro, Geraint Thomas al Tour, ecco Simon Yates che oggi a Madrid festeggerà la Vuelta, primo grande giro di una carriera appena incominciata.

Ieri, Sul Coll de la Gallina, lo spagnolo Enric Mas ha ottenuto la vittoria più importante. Il 23enne della Quick Step ha anche recuperato posizioni in classifica, tanto da andarsi a collocare sul secondo gradino del podio. Secondo posto di giornata per il colombiano Lopez, che invece questa sera a Madrid salirà come al Giro sul terzo gradino.

Crollo verticale per il 38enne Alejandro Valverde che negli ultimi 4 km dell'ascesa finale, scortato da Quintana, ha pagato 3' ai rivali per la maglia rossa. La tappa è stata caratterizzata da numerosi attacchi, nei quali si sono messi in mostra sia Fabio Aru, che Vincenzo Nibali. Il siciliano, ancora convalescente per l'operazione alla decima vertebra toracica, è in crescita, ma sembra non essere ancora al top per poter ambire al grande sogno iridato del 30 settembre ad Innsbruck.

Oggi l'ultimo sprint della corsa spagnola: Viviani insegue il tris. Domattina a Milano, Davide Cassani annuncerà invece in nomi degli azzurri.

Pier Augusto Stagi