Citroën C3 e il cambio amico del portafoglio

La versione 1.2 PureTech con la trasmissione automatica Eat6. Tre le modalità di guida

Cesare Gasparri Zezza

Milano La C3, compatta sbarazzina di casa Citroën, azzera lo stress con l'introduzione del cambio automatico a 6 rapporti Eat6 sulla versione con propulsore 1.2 PureTech tre cilindri da 110 cv. Il cambio, sviluppato con Aisin, è di tipo tradizionale con convertitore di coppia e tecnologia Quick shift, permette la doppia scalata ed è più rapido.

La trasmissione automatica Eat6 permette di scegliere tra tre modalità di guida: Drive, Sport e Snow. Drive è la modalità pensata per l'uso quotidiano, per una condotta all'insegna dell'economia nei consumi.

Il programma Sport è dedicato alla guida sportiva e alla cambiata ad alti regimi. Uno stile piacevole e divertente che esalta lo spirito giovane della compatta del Double Chevron.

Snow è un plus per una vettura di questo segmento. La funzione è stata studiata e realizzata per le situazioni di guida su fondi a bassa aderenza ed è in grado di ridurre la coppia motrice sull'asse anteriore per evitare i «pattinamenti».

Per tutto il resto, la Citroën C3 Eat6 è identica alla «sorella» con il cambio manuale: originale nella sua linea, comoda, piacevole nella guida e con una dotazione di sicurezza molto ricca: Airbag frontali, laterali e a tendina, l'avviso di superamento involontario delle linee di carreggiata, l'assistente alle partenze in salita, il rilevatore di stanchezza e i controlli della stabilità e trazione.

Per gli allestimenti, la C3 PureTech con cambio Eat6 è disponibile esclusivamente nella versione Feel da poco più di 17mila euro, e Shine a circa 18.500 euro.