City squadra di narcisi. Nel calcio mai dire mai

La Juventus vera, vincente, tenace, intelligente, la Juventus scomparsa in Italia e riapparsa sontuosamente in Europa

Improvvisamente la Juventus. La Juventus vera, vincente, tenace, intelligente, la Juventus scomparsa in Italia e riapparsa sontuosamente in Europa. Due gol al Manchester City che finora nemmeno uno ne aveva incassato in cinque partite di Premier League. Ma il football è capace di smentire se stesso e la Juventus ha saputo spiazzare tutti, anche se stessa, quella inguardabile che in campionato si era distinta per il nulla facendo ghignare gli avversari e i nuovi pretendenti al titolo. Ha vinto a Manchester, cosa che non è poi di tutti e di tutte, ha vinto con i gol delle sue due punte, Mandzukic e Morata, ha sofferto e lottato, dopo 19 anni torna a conquistare una vittoria sull'isola inglese e il successo è come una vitamina imprevista che entrerà in circuito e aumenterà l'autostima.

Meglio di così nessuno poteva immaginare, la Juventus di Champions diversa da quella di campionato è anche questa una notizia. E il City dei milionari qatarioti si ritrova povero e battuto, narciso davanti a uno specchio finito in frantumi. E' la legge bella del football. Mai dire mai e questa Juventus, fino a ieri pomeriggio data per dispersa, ritorna a essere tale e quale quella che era arrivata alla finale di Berlino.