Civitanova cannibale del volley

La Lube di ct Blengini punta al Triplete, a meno che Trento...

Il volley è già ai playoff, la regular season è finita con febbraio, si va all'inseguimento di scudetto e coppe. I quarti si giocano al meglio delle 3 gare, stasera i primi due: Modena-Verona e Perugia-Piacenza. I campioni dell'Azimut Modena non sono così favoriti. Un mese fa l'allenatore Roberto Piazza è stato sostituito dal vice Tubertini, traghetta aspettando magari Stoitchev. A Verona Giani si è dimesso a metà dicembre, poi Nikola Grbic ha vinto 8 partite, perdendo solo con Civitanova, Trento e Perugia, ovvero le prime. Molto bene ha fatto anche Bernardi, a Perugia, da subentrato a Bobo Kovac. Ora ha di fronte Piacenza, dove Zlatanov (classe '76) e Papi ('73) sono al passo d'addio, con tutti i loro record. Domani alle 15 Civitanova-Vibo, i marchigiani del ct Blengini sono favoritissimi, con 18 successi di fila, interrotti domenica a Molfetta. Fallita la Supercoppa, rimasta a Modena, si sono presi la coppa Italia e puntano al triplete, compresa la Champions league. Dove nel playoff a 12 hanno l'andata in Polonia, contro Belchatow, mentre Modena andrà a Resovia. Se passano, si affronteranno nel derby verso la final four di Roma, di fine aprile. E là Perugia è già qualificata in quanto organizzatrice. Sempre domani, ma alle 18, l'ultimo quarto: Trento-Monza. I trentini con Lorenzetti resistono al 2° posto, si sono fatti onore al mondiale per club e pure in finale di coppa Italia. Il duo azzurro Giannelli-Lanza, se non ci saranno sorprese, troverà in semifinale Perugia. Le altre 6 di A disputeranno un playoff per la Challenge cup. Per il 5° anno di fila mancavano retrocessioni e un pizzico di pathos. Arriva adesso, verso lo scudetto da assegnare a maggio. Vanni Zagnoli