Confederations Cup, sequestrate le scorte alimentari degli Azzurri

Buona parte delle scorte alimentari che la spedizione azzurra, arrivata ieri a Rio De Janeiro per la Confederations Cup, si era portata dietro dall’Italia, è stata momentaneamente sequestrata alla dogana

Gli Azzurri arrivano all'aeroporto di Rio de Janeiro

Galeotto fu il prosciutto. Buona parte delle scorte alimentari che la spedizione azzurra, arrivata ieri a Rio De Janeiro per la Confederations Cup, si era portata dietro dall’Italia, è stata momentaneamente sequestrata alla dogana. La legislazione brasiliana richiede infatti permessi particolari per l’importazione di alcune derrate.

La Federcalcio aveva spedito da Roma vari alimenti per la durata della confederation cup ma per questioni burocratiche, prosciutto, bresaola e parmigiano sono stati sequestrati all’aeroporto Tom Jobim. Il problema è che servono dei permessi particolari riguardo al tipo di stagionatura consentita e questi alimenti ne sono privi. Gli azzurri intanto potranno godersi i quasi centro litri d’olio extravergine d’oliva, 2 quintali di pasta, le bottiglie di vino e pomodori pelati, per i quali, invece, non ci sono stati problemi. Scorte limitate quindi per l’Italia che deve ancora cominciare la Confederations Cup e che resterà in Brasile almeno fino al 22, quando dovrà affrontare il Brasile a Salvador. La diplomazia italiana si è dunque messa a lavoro per sbloccare prosciutto e parmigiano.

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 11/06/2013 - 16:21

La solita figura di m....a.

flashpaul

Mar, 11/06/2013 - 16:51

Per gzorzi: Non è una figura di m....a come dici tu: la fanno anche loro. Un cuoco italiano mi ha confermato che tutto quello che è sigillato si può portare. Se lo sequestrano è un abuso d'ufficio. Per cui tutto quello che hanno sequestrato è solo per mangiarselo loro. Diverso per insaccati e cibo non sigillato. Se gli affettati ad esempio, come altri alimentari non erano sigillati hanno ragione, ma il parmigiano sigillato a vuoto, quello almeno non hanno il diritto di sequestrarlo.

maxaureli

Mar, 11/06/2013 - 17:10

Guarda se non scoppia la III Guerra Mondiale per colpa del prosciutto e salame...

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 11/06/2013 - 17:27

NIENTE di strano.Bastano riso e fagoli.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 11/06/2013 - 17:33

Normale, in brasile non ti fanno importare salumi, in italia facciamo entare deliquenti, terroristi e feccia varia. Se avessimo dignita', anche poca, torneremo a casa. Che la conf. Cup se la giochino loro.

angriff

Mar, 11/06/2013 - 18:37

Prosciutti, bresaola e grana non entrano, per i criminali come Cesare Battisti,invece, nessun problema.

emigrante48

Mar, 11/06/2013 - 19:58

Qualcuno pensa che i morti di fame che lavorano alla dogana brasiliana distruggano gli alimenti confiscati? Errato!!!!!! Fra alcuni giorni, se il tutto non verrá restituito, cosa logica, i prosciutti e i pezzi di grana confiscati si troveranno in vendita al mercato nero, ció che normalmente succede com la maggior parte dei prodotti confiscati, specialmente in Rio.

Ritratto di dido

dido

Mar, 11/06/2013 - 20:52

Potremmo dare il container di salumi e formaggio in cambio di Battisti!

Ritratto di tiss59

tiss59

Mar, 11/06/2013 - 23:24

Luisa De Montis ha scritto bene. la legislazione brasiliana, richiede permessi speciali per importare: salumi e suoi derivati, carne e suoi derivati, formaggi e suoi derivati, uova e suoi derivati, verdura fresca, semi, piante e frutta …. anche in confezioni sigillate e sottovuoto …. lo è da anni. sembra che informarsi sia una tragedia, si preferisce ascoltare l'amico che per portarsi un salame o del formaggio omette di dire che l'ha nascosto nelle mutande. sono di libera importazione, invece, pasta, olio e vino. e come ha detto "gzorzi", non perdiamo occasione di fare figuracce. chi ha organizzato il viaggio per il Brasile è un cialtrone, spero legga il mio commento e aspetto pure che mi quereli così renderò noto a tutta l'Italia il suo nome e la sua incompetenza.

Ritratto di il bona

il bona

Mer, 12/06/2013 - 04:18

Tra vari prosciutti e formaggi, i bolliti hanno pareggiato contro Haiti.

Giampaolo Ferrari

Mer, 12/06/2013 - 08:45

Non sono mica sprovveduti come noi che andiamo a prendere i barconi a centinaia di miglia,loro controllano cosa si porta nel loro paese.Delle miserie ne hanno gia anche troppe.