Contador, grande bis e mani sulla Tirreno-Adriatico

Dopo la vittoria di sabato, il campione spagnolo stacca tutti in salita: tappa e maglia. Con un vantaggio pesante in classifica, ha già la corsa in tasca

Non esiste solo il Tour de France, per i grandi campioni: quando annusano l'aroma della vittoria, non badano al nome della corsa. E' pur sempre Tirreno-Adriatico, un impegno di blasone, e l'ingordigia di Alberto Contador si lascia subito tentare.
Dopo il trionfo di sabato, lo spagnolo concede il bis e si aggiudica anche la quinta tappa, la Amatrice-Guardiagrele di 192 chilometri. Il leader della Saxo-Tinkoff diventa così anche il nuovo leader della classifica generale, mettendo una seria ipoteca sulla vittoria finale della corsa, prevista per martedì.

Contador è stato protagonista di una fantastica rimonta in salita sul Passo Lanciano e dopo aver raggiunto la testa della corsa ha poi staccato tutti sul terribile Muro di Guardiagrele, con pendenze massime del 30 per cento.
Contador ha preceduto sul traguardo di 6'' Simon Geschke della Giant Shimano e di 45 Benjamin King della Garmin Sharp. Nairo Quintana della Movistar è giunto undicesimo a 1'50", mentre l'ex leader della classifica Kwiatkowski è arrivato al traguardo con oltre sei minuti di ritardo.
A questo punto in classifica generale Contador ha 2'08'' su Quintana e 2'15" sul compagno di squadra Roman Kreuziger: come dire che la Rirreno-Adriatico 2014 è sua.