Conte-Chelsea: frenata rinnovo. Inter, non è finita

Le sirene dell'Inter suonano forte in Inghilterra. Dove si continua a parlare di Contexit dal Chelsea per sedersi sulla panchina nerazzurra. Il nome dell'ex allenatore della Juventus continua a essere accostato a Suning che ha intenzione di rilanciare l'Inter con investimenti ingenti. Ieri il Times parlava di trattative interrotte tra il tecnico e Abramovich per il rinnovo del contratto. Ufficialmente perché Conte non vuole distrazioni in questo finale di stagione a un passo dalla conquista della Premier League e in semifinale di FA Cup.

Ieri lo stesso Conte non si è sbilanciato: «Questo è un grande club con grandi ambizioni che ha volontà di fare ottime cose». Però chi ne segue gli interessi, Federico Pastorello, ha lasciato una porta aperta al ritorno in Italia: «Se vinci un campionato l'obiettivo è dare continuità. Ma se arrivano offerte da squadre di livello possono capitare nuove opportunità, soprattutto con i club storici».

Parole che si aggiungono al rilancio di Espn sulla famiglia rimasta in Italia e il futuro incerto di big come Diego Costa e Hazard alla base di un possibile addio di Conte. Anche per questo il Chelsea ora avrebbe fretta di chiudere: 15 milioni a stagione e 20 in caso di esonero, con una clausola rescissoria di 50. E comunque c'è da fare i conti con Stefano Pioli che da quando ha preso l'Inter sta facendo viaggiare la squadra alla velocità delle prime.