Conte: «Una mezz'ora spettacolare»Marotta: «Che sofferenza cedere Matri»

Antonio Conte prima manda chi non ha giocato ad allenarsi e poi risponde alle domande. «Vincere e rifilare 4 gol alla Lazio è indice di buona condizione», afferma il tecnico bianconero. «I singoli stanno crescendo, siamo partiti col piede giusto con 3 vittorie in 3 partite». All'allenatore è evidentemente passato il “mal di pancia” con le sue critiche per la cessione di Matri e precisa: «Erano solo osservazioni». E poi: «Onore alla Lazio che ci ha fatto penare e ci ha costretto a non allentare mai la tensione. Certo che fino al 2-0 siamo stati spettacolari, poi dopo il gol di Klose abbiamo frenato, non siamo stati più aggressivi e i laziali sono andati troppo spesso al tiro. Ricordiamo che avevamo contro gente come Hernanes, Candreva, Klose e Lulic. Comunque, dobbiamo ancora migliorare anche perché dopo la sosta ci attendono partite difficili, a partire dall'Inter». E l'ad Beppe Marotta su Matri: «Una cessione dolorosa, ma nel calcio di oggi i sentimenti non contano. Quella di Conte è stata un'esternazione e anche a me ha dato sofferenza la cessione di Matri, ma bisognava farla, è il calcio».GPS