La controfigura di Higuain. Dybala si perde nel deserto

6,5 BUFFON Spettatore fino al gol di Bonaventura, sul quale nulla può. Riflessi prontissimi, nel finale, su Bacca. Idem su Bonaventura, nel supplementare.

5,5 LICHTSTEINER Inizialmente quasi ignorato in fase di appoggio, non è che poi faccia faville: si distingue semmai per qualche giocata poco pulita, ma non è una novità. Non impeccabile nella copertura su Bonaventura che frutta il pareggio del Diavolo.

6 RUGANI Preferito a Barzagli, controlla Bacca e non commette errori grossolani.

7 CHIELLINI Segna in acrobazia, di destro: evento più unico che raro. Strapotente fisicamente al pronti via, fa poi il suo.

6,5 ALEX SANDRO Un altro che, dopo un anno di apprendistato, pare juventino da sempre. Lascia per un guaio muscolare, dopo avere fatto il suo dovere (dal 32' pt EVRA 5: patisce Suso).

6,5 KHEDIRA Pochi fronzoli, utile in copertura fino a quando spara un missile destinato all'incrocio sul quale Donnarumma si supera: cresce strada facendo, insomma. E va a limitare Suso, nel finale.

6 MARCHISIO Discreto inizio, poi non riesce a tenere alta la squadra come il match richiederebbe.

6,5 STURARO Ha una palla gol clamorosa sul sinistro, nell'azione che porta all'angolo da cui scaturisce il gol dell'1-0. Si butta negli spazi e gli piace farlo, lascia per infortunio (dal 34' st LEMINA 5,5: patisce in copertura).

5,5 PJANIC Un altro assist, da calcio piazzato: in un modo o nell'altro, lo zampino ce lo mette spesso. Però, con palla in movimento, lo si vede poco (dal 22' st DYBALA 5: regala subito scintille, ma poi cala, si divora il 2-1 e sbaglia il rigore decisivo).

6,5 MANDZUKIC Ancora preferito a Dybala, ci prova subito. E piazza il suo fisicaccio ovunque e comunque: si conferma giocatore fondamentale, anche nelle sponde per avviare il contropiede.

5,5 HIGUAIN Poco in cronaca, praticamente mai nella prima metà gara se si eccettua l'assist per Sturaro. Prova a darsi un pizzicotto a inizio ripresa con un destro da fuori e con un assist per Khedira, ma nel complesso non è il vero Pipita.

All. ALLEGRI 6 I primi venti minuti forse lo illudono. Si affida al tridente pesante nel finale dei tempi regolamentari e ne ricava in pericolosità.