DÈJÀ VU PARIGINO: COME CON IBRA E THIAGO SILVA Boateng-El Shaarawy al Monaco: l'accoppiata al Milan è sempre di moda

Come al supermercato, si va per prendere una cosa e poi si esce col carrello pieno.
Adriano Galliani ha fiutato l'ultimo iscritto al club dei ricchi ed è volato a Montecarlo da Dmitrij Evgen'evic Rybolovlev, il proprietario del neopromosso Monaco che si è appena comprato Radamel Falcao dall'Atletico Madrid per 45 mln. Basterebbe questo particolare per rendere interessante la visita all'imprenditore russo, ufficialmente per un primo contatto esplorativo, in realtà l'Ad del Milan si porta sempre avanti con il lavoro. E a Rybolovlev ha parlato di Kevin Prince Boateng, uno che se parte fa entrare tanti euro nelle casse societarie. Il presidente del Monaco invece gli ha chiesto notizie di Stephan El Shaarawy. E così è finita che del Faraone se ne può anche parlare, basta che il russo si prenda pure Boateng, insomma la tanto cara accoppiata che lo scorso anno con il Psg funzionò benissimo. Ibrahimovic più Thiago Silva portarono in cassa 65 mln, i francesi in realtà volevano solo il brasiliano, Galliani riuscì ad appioppargli anche l'ingaggio pesantissimo di Ibra.
Adesso potrebbe esserci il bis, il Faraone più Boateng valgono una cinquantina di milioni, più o meno.
Se arriva l'offerta fulminante, il Milan trova i soldi per Tevez, e Rybolovlev che ne voleva uno se ne porta a casa due.
I tifosi non sanno cosa augurarsi ma alla fine la mossa azzeccata la fanno sempre i risultati. Quando Thiago Silva e Ibra sbagliarono i rigori che eliminarono il Psg ai quarti di coppa di Francia contro il modesto Evian, per i tifosi rossoneri fu la più bella soddisfazione del mercato 2012/13.

Commenti

paolodb

Gio, 20/06/2013 - 11:00

Intanto che c'è, perché non gli propone di comprarsi tutto il Milan? Ci si risparmia lo stillicidio annuale. Comunque "Quando Thiago Silva e Ibra sbagliarono i rigori che eliminarono il Psg ai quarti di coppa di Francia contro il modesto Evian, per i tifosi rossoneri fu la più bella soddisfazione del mercato 2012/13" è un'affermazione antisportiva e piuttosto sciocca.